Macerata: in attesa della Laurea Honoris Causa al maestro Alberto Zedda

2' di lettura 30/11/-0001 -
Cresce l'attesa per la cerimonia di mercoledì 21 novembre, quando l'Università di Macerata alle 11 nell'Aula Magna proclamerà dottore in Scienze della comunicazione il direttore del Rossigni Opera Festival, uno dei principali artefici della Rossini Renaissance, un movimento che ha completamente rivoluzionato l’arte di interpretare questo autore.

dall'Università Politecnica delle Marche
www.univpm.it


Il ruolo di Zedda, direttore d'orchestra, filologo e saggista, nel campo della comunicazione musicale è multiforme e ricco di significato: egli occupa un posto di rilievo globale, non senza un radicamento profondo nella storia e nella cultura, passata e recente, della terra marchigiana.

"Da un trentennio - riflette il preside della Facoltà di Scienze della comunicazione, Maurizio Ciaschini, che con la sua laudatio ricostruirà le tappe salienti della vita e dell'attività professionale del Maestro Zedda - il territorio marchigiano è caratterizzato da due delle maggiori iniziative nel campo della produzione di spettacoli operistici: il Rossini Opera Festival e lo Sferisterio Opera Festival. Esse guidano un insieme di altre iniziative indipendenti che insistono sul territorio marchigiano, come il Festival di Musica Antica di Urbino, il Festival della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, il Festival Barocco di Fano, la nascente “Bottega Musicale” di Henning Brockhaus. Questa ricca attività rende la regione un vero e proprio 'distretto culturale', analogo a quello industriale ma riferito alla produzione culturale. Quando Philippe Daverio scrive che le due realtà, Rof e Sferisterio, sono le eccellenze dell’Italia centrale e che dovrebbero svilupparsi in atteggiamento sinergico, mostra di avvertire l’esistenza del distretto culturale e la necessità del suo rafforzamento. Quando le poste nipponiche dedicano un'emissione filatelica al Rof e ai luoghi rossiniani nelle Marche, stanno riconoscendo il distretto culturale. Tali riconoscimenti globali sono conseguiti attraverso la realizzazione locale di risultati di eccellenza internazionale".

Dopo il saluto del rettore, Roberto Sani, la laudatio del preside Ciaschini, la lettura del dispositivo di conferimento da parte del vicepreside Ruggero Morresi e la proclamazione del laureato, il Maestro Zedda terrà la sua lectio doctoralis sul tema "Direttore d’orchestra e interpretazione: dalla filologia all’ermeneutica".





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 novembre 2007 - 903 letture

In questo articolo si parla di musica, macerata, università di macerata





logoEV