La delegazione marchigiana in visita al Mebel di Mosca

3' di lettura 30/11/-0001 -
La delegazione marchigiana (guidata dal presedente della Regione, Gian Mario Spacca, e composta da Palmiro Ucchielli, presidente della Provincia di Pesaro e Urbino; da Federico Vitali, Confindustria; Alberto Drudi, Unione camere commercio; Roberto Tontini, Svim; dai consiglieri regionali Giancarlo D’Anna e Oriano Tiberi) ha visitato, a Mosca, la Fiera internazionale del mobile (Mebel), uno degli appuntamenti fieristici più importanti del settore nella federazione russa e per i paesi dell’est Europa

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Le Marche sono presenti con 64 imprese del mobile, 53 delle quali nell’ambito della collettiva regionale. Quella marchigiana costituisce la presenza italiana più significativa: 260 le imprese nazionali, su un totale di 900. La delegazione marchigiana, nella capitale russa per presentare il progetto del polo industriale della Provincia di Dmitrov e per l’apertura del Mebel, ha avuto modo si apprezzare l’impegno che gli operatori del mobile dedicano a uno dei principali mercati mondiali del settore.

Una presenza decennale, quella marchigiana al Mebel, che ha visto l’esportazione del comparto mobiliero, verso la federazione russa, crescere dell’11 per cento nel primo semestre 2007: la percentuale più altra tra tutte le regioni italiane, che consolida la quarta posizione a livello nazionale. Il dato è anche frutto dell’incremento delle aziende mobiliere marchigiane, passate dalle 2.200 del 1991 alle attuali 3.740. Il clima che si respira al Mebel è molto positivo, come ha potuto constatate la delegazione.

Al secondo giorno della prestigiosa fiera, c’è soddisfazione tra gli operatori per il buon afflusso di visitatori e di operatori. Una presenza significativa che risulta strategica anche per allacciare relazioni di partenariato con le imprese estere. È emersa la necessità di trovare spazi e supporti adeguati per assemblare i mobili prodotti in Italia e destinati al mercato russo. Da questo punto di vista, è stato detto, può rivelarsi interessante l’area di Dimitrov, che verrà allestita alle porte di Mosca, e che rende necessaria la ricerca di partner russi. Come utile risulta la possibilità di aprire negozi che attraggano l’attenzione e la curiosità degli acquirenti.

Le grandi aziende stanno già operando in questa direzione, con diversi punti vendita allestiti a Mosca e San Pietroburgo. Il presidente Spacca si è intrattenuto con gli operatori marchigiani e ha recepito i suggerimenti degli imprenditori, i quali hanno chiesto alla Regione di ampliare gli spazi espositivi nelle prossime edizioni del Mebel. Tra i prodotti che hanno riscosso più successo vanno segnalate le cucine, sulle quali il mercato russo sembra concentrare le maggiori attenzioni.

Spacca ha partecipato, inoltre, a una conferenza stampa presso gli spazi espositivi dell’Ice (Istituto per il commercio con l’estero) dedicata alla presentazione del distretto del mobile marchigiano, a testimonianza dell’interesse che viene riservato alle Marche. Il presidente ha avuto modo di evidenziare le ottime performance raggiunte dal settore, anche in termini di esportazioni, e lo “spirito positivo” che ha colto tra gli operatori marchigiani, profondi conoscitori del mercato russo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 novembre 2007 - 890 letture

In questo articolo si parla di regione marche, gian mario spacca