Civitanova Marche: tredici bandiere verdi consegnate alle scuole

3' di lettura 30/11/-0001 -
Si è svolta ieri mattina, in Sala consiliare, la cerimonia ufficiale per la consegna delle tredici bandiere verdi assegnate per l’impegno delle scuole sul fronte ambientale

dal Comune di Civitanova Marche
www.comune.civitanova.mc.it


Erano presenti le delegazioni delle classi (dalle materne alle superiori) che hanno conquistato il vessillo dell’Eco Schools, il sindaco di Civitanova, Massimo Mobili, il vice Erminio Marinelli, l’assessore alla Pubblica istruzione, Fabrizio Ciarapica, l’assessore all’Ambiente, Sergio Marzetti, e il responsabile del progetto, professor Camillo Nardini. Civitanova, per numero di vessilli, è la prima città delle Marche, con tredici riconoscimenti contro le dodici dello scorso anno.

Ogni scuola ha partecipato all’iniziativa con un progetto realizzato sotto la guida di un insegnante coordinatore. I lavori presentati riguardano principalmente il risparmio energetico e il riciclo, temi che i ragazzi hanno approfondito nel corso dell’anno anche grazie a visite guidate a centri ambientali, depuratori e strutture per il riciclaggio dei rifiuti.

A dare il benvenuto ai ragazzi è stato l’assessore Ciarapica che si è complimentato con i presenti per la qualità del lavoro svolto. “La conquista delle bandiere verdi - ha detto - non è un fatto né semplice, né scontato, quindi voglio esprimervi tutta la riconoscenza dell’Amministrazione”. Il sindaco Mobili, scherzando sul fatto - riferito alla conquista del primo posto in Regione per l’Eco-Schools - che non sempre basta partecipare perché è importante anche vincere, ha sottolineato il fatto che tra le bandiere blu, verdi e quella rosa per l’Ospedale, Civitanova si sta rivelando sempre più una città multicolore, che va verso la direzione dell’Ambiente e dell’ecologia”.

Il lavoro svolto dagli studenti civitanovesi è stato sottolineato anche dalla commissione regionale preposta all’assegnazione della Bandiera verde, presieduta dal prof. Camillo Nardini.

Questo il riepilogo delle scuole premiate:
- I circoli didattici via Regina Elena (referente: Giuseppina Raffaelli), che ha lavorato a un progetto dal titolo “Occhi aperti sul territorio: salvaguardia e tutela degli elementi del nostro ambiente”;
- Via Ugo Bassi (Paola Calafati), per il lavoro “Cambia: abbassa, spegni, ricicla, cammina”;
- Via Tacito (Patrizia Gagliano), per “Liber… ambiente” (plesso San Marone) e “Natura… in Circolo” (plesso Santa Maria Apparente);
- Il plesso della scuola dell’infanzia dell’Istituto comprensivo Sant’Agostino (Perugini L. Ciminari) per il progetto “La nuova compagnia della piccola ecologia”;
- Le scuole medie “Pirandello” (Genziana Mazzarella, “Alimentazione e vita: orto biologico e alimentazione naturale”), “Mestica” (Stefania Felici, “I rifiuti solidi” e “L’energia”) e “Annibal Caro” (Gabriella Catini, “Il fiume Chienti”);
- L’Istituto tecnico commerciale “Corridoni” (Maria Troscè, “Il consumo responsabile dell’energia: cosa si deve sapere e cosa si può fare”);
- L’Istituto professionale “Bonifazi” (Leonardo Paoluzzi, “Elettrosmog: solo una questione di impatto ambientale o un serio problema di inquinamento?”);
- L’Istituto di istruzione superiore “Leonardo da Vinci” con i progetti “Usa, riusa e ricicla” (licei scientifico e linguistico, insegnante referente: Aurora Anastasio) e “Sviluppo energetico sostenibile” (liceo classico, Giuliana Baldoni);
- L'ipsia “Corridoni” con il lavoro dal titolo “Origine e trattamento delle acque reflue” (referente: Silvia Morresi).

Il progetto si è svolto in collaborazione con l’Atac spa, che ha contribuito a finanziare l’iniziativa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 novembre 2007 - 1668 letture

In questo articolo si parla di scuola, civitanova marche