counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

San Benedetto del Tronto: via libera alla nuova “Pianta organica” del Comune

2' di lettura
1511

La Giunta comunale ha approvato lunedì 29 ottobre la “riorganizzazione della struttura organizzativa dell’Ente nel rispetto del principio dell’invarianza della spesa della dotazione organica”, che entrerà in vigore a partire dal 1 novembre, a patire da alcune ipotesi che erano state formulate dalla ditta “C.O. Gruppo srl” di Bologna, particolarmente nella figura del dott. Giovanni Xilo

dal Comune di San Benedetto del Tronto
www.comune.san-benedetto-del-tronto.ap.it

La nuova “Pianta organica” prevede nove settori con altrettanti dirigenti (che verranno nominati dal sindaco con apposito atto) in luogo dei sette precedenti, oltre al segretario generale e all’ “Unità organizzativa autonoma” degli Affari legali, quest’ultima composta da 5 addetti.

I nove settori:

- Polizia Municipale (74 addetti e quattro servizi all’interno: Segreteria comando e protezione civile, Area viabilità e infortunistica stradale, Area gestione del territorio, Area servizi interni);

- Appalti e contratti (12 addetti e due servizi: Appalti e contratti, Provveditorato ed economato comunale);

- Sviluppo del territorio e dell’economia locale (51 addetti e cinque servizi: Europa, sviluppo del porto e città territorio, Sportello unico delle imprese, Sportello dell’edilizia e demanio marittimo, Sportello equità e catasto, Servizio pianificazione, programmazione urbanistica, sviluppo sostenibile e sistema informativo territoriale);

- Cultura sport e turismo (100 addetti e cinque servizi: Diritto allo studio, trasporti scolastici e mense, Servizi per le biblioteche e i musei, Servizi per la cultura, progetti e rapporti con le Università, Servizi per lo sport e politiche per i giovani, Servizi per il turismo);

- Gestione delle risorse (37 addetti e quattro servizi: Mercato ittico e pesca, Servizio bilancio e contabilità, Servizio entrate, immobili e partecipazioni, Servizio gestione risorse umane);

- Manutenzione e qualità urbana (62 addetti e tre servizi: Manutenzione patrimonio, viabilità ed immobili, Aree verdi, cimitero, parchi urbani, Qualità urbana);

- Innovazione e servizi ai cittadini (67 addetti e quattro servizi: Sportello unico del cittadino, servizi anagrafici, elettorali, stato civile, assistenza agli stranieri ed immigrati, Servizio rapporto con i cittadini e comunicazione pubblica, Sviluppo organizzativo e sistemi informativi, Servizio segreteria sindaco, pianificazione strategica e controllo di gestione);

-Progettazione opere pubbliche (18 addetti e due servizi: Staff realizzazione opere pubbliche, Staff programmazione opere pubbliche e sicurezza);

- Servizi di Welfare (51 addetti e due servizi: Infanzia, adolescenza, prevenzione, terza età, coordinamento servizio sociale, Servizio disabilità, politiche per la casa, inclusione sociale, servizi statistici finanziari);

Il totale dei dipendenti comunali risulta quindi pari a 477 unità, tra “tempo pieno”, “parziale”, “part-time”, pari ad un costo di circa 9 milioni di euro annui.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 ottobre 2007 - 1511 letture