counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

La Regione incontra le agenzie di rating internazionali

2' di lettura
927

Sono in corso di svolgimento in queste settimane gli incontri della Regione Marche con le maggiori agenzie di rating internazionali

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

Il 23 ottobre si è tenuto l’incontro con gli analisti dell’agenzia Standard & Poor’s per il consueto monitoraggio annuale del rating assegnato alla Regione, che, come noto, esprime la capacità dell’Ente di rimborsare il debito a lungo termine e che lo scorso anno è stato riconosciuto con la formula A+, in linea con quanto riconosciuto all’intero sistema Italia.

Durante l’incontro sono stati approfonditi gli aspetti finanziari e contabili della Regione, con particolare riferimento al settore della sanità e a quello delle infrastrutture territoriali. L’esito dell’istruttoria della Standard & Poor’s sarà reso noto probabilmente entro la prima metà di dicembre.

Il prossimo 6 novembre, invece, è previsto l’incontro con gli analisti dell’agenzia internazionale Moody’s, che all’inizio del 2007 attribuirono il rating Aa3 alla Regione Marche, segnalandone la prospettiva “stabile”.

“Sono incontri importanti quelli in fase di svolgimento con le agenzie di rating -spiega l’assessore regionale al Bilancio Pietro Marcolini - per il rigore che li caratterizza e per la valutazione positiva che finora ha riguardato la nostra Regione e che contiamo di riconfermare. Le maggiori certezze rispetto all’anno passato del quadro della finanza pubblica nazionale, unite alla dinamica di riduzione del debito che riguarda la nostra Regione, in controtendenza rispetto ad altre, e ad una programmazione che tiene conto dell’effettiva disponibilità di risorse possono consentirci di proseguire nel solco di un lavoro virtuoso. Resta il tema rilevante e spinoso della sanità, che ci accomuna a tutte le Regioni, rispetto al quale la recente approvazione del Piano sanitario regionale può costituire un importante quadro di riferimento per l’attuazione di scelte compatibili anche e soprattutto sul versante della loro sostenibilità finanziaria”.

La valutazione di Moody’s è attesa, invece, per l’inizio del nuovo anno.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 ottobre 2007 - 927 letture