counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: il Sindaco e il vicepresidente dell'Anci scrive a Napolitano

3' di lettura
1189

Una lettera a Napoletano per sollecitare attenzione nei confronti dell’emergenza minori non accompagnati. L’ha scritta il sindaco di Ancona e vice presidente nazionale dell’ANCI con delega all’immigrazione, Fabio Sturani. In essa il primo cittadino del capoluogo dorico ricorda come siano i Comuni a farsi carico dell’assistenza e mantenimento sul territorio dei minori

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it

“Ancona, con il proprio scalo marittimo, - scrive Sturani - ha registrato anno per anno un incremento notevole, il numero dei minori stranieri a carico del Comune è raddoppiato dal 2005 al 2006 e a settembre 2007 i nuovi arrivati sono già 140. Nel 2006 è stata valutata una spesa di 1.580.000 euro, mentre per il 2007 è attesa una spesa di 2.700 milioni di euro, il 2% del bilancio, più del doppio di quanto l’Amministrazione comunale destina, ad esempio, all’assistenza agli anziani. Si pone quindi il problema di coordinare, come sollecita l’ANCI, un programma nazionale tra gli Enti Locali interessati d’intesa con il Ministero della Solidarietà Sociale, per affrontare nel miglior modo possibile il problema. Il Governo ha stanziato, a questo fine 10 milioni di euro somma, seppur importante, assolutamente insufficiente ad assistere i minori stranieri non accompagnati che giungono in Italia, basta guardare l’esempio di Ancona. Sono necessari fondi comunitari e nazionali, aggiuntivi, per mettere in condizione gli Enti Locali interessati di affrontare nel modo migliore un fenomeno non programmabile. Così come è necessario ed urgente ridefinire la legge sull’immigrazione che dovrebbe prevedere che, al momento che i minori accolti raggiungono la maggiore età, possano rimanere nel nostro Paese ed inseriti nei flussi programmati così da non rendere vano l’investimento ed il lavoro svolto dai Comuni” conclude Sturani.

Per affrontare quella che sta diventando una vera e propria emergenza, non solo ad Ancona, l’Amministrazione ha aderito negli ultimi tre anni (assieme a Roma, Bologna, Torino e altre 4 città europee) al Progetto Comunitario Palms, i cui risultati saranno presentati domani sabato, 27 ottobre dalle 9.00 alle 13.30, in Ancona, nella sala del consiglio comunale. Per alcuni di questi ragazzi il progetto Palms ha permesso l’integrazione sociale e l’inserimento nel mondo del lavoro.

L'Amministrazione comunale illustrerà le azioni svolte nel triennio 2005/2007 a favore dei minori stranieri non accompagnati (MSNA), fenomeno ormai diffuso nella città di Ancona scelta come meta da centinaia di minori che, autonomamente o spinti dalle loro famiglie, cercano in Italia opportunità migliori di vita rispetto a quanto disponibile nei loro Paesi di origine. Al Progetto Europeo PALMS, che ha interessato nella nostra città circa 50 minori stranieri, hanno aderito quattro città italiane (Roma, Ancona, Bologna, Torino) e altre quattro grandi città europee (Barcellona, Praga Vienna e Wuppertal). Esso è stato realizzato grazie ai fondi dell'Iniziativa Comunitaria Equal che promuove interventi volti a sperimentare percorsi di integrazione socio-lavorativa per categorie maggiormente discriminate.

INTERVERRANNO AL CONVEGNO: che si terrà domani dalle ore 8.00 alle ore 13:30 presso la Sala del Consiglio Comunale P.zza XXIV Maggio:
Gianna Nicoletti coordinatrice tecnica nazionale progetto Palms del Comune di Roma, Annamaria Manca responsabile tecnica progetto Palms Comune di Ancona, Luisanna Del Conte presidente Tribunale per i minori; Maria Rita Venturini educatore comunità l’Ancora, l’assessore alla politiche sociali Comune di Ancona Marida Burattini; Cinzia Bonifazi responsabile Comunità San Giuliano Macerata. Coordina Franco Pesaresi dirigente Servizi Sociali Comune di Ancona.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 ottobre 2007 - 1189 letture