counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Sicurezza sul lavoro nelle Marche: in un convegno il punto della situazione

2' di lettura
922

In coincidenza con la Settimana europea sulla sicurezza, si svolgerà il prossimo 24 ottobre, all’Auditorium del quartiere fieristico di Ancona, un convegno in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, dal titolo “La situazione nella regione Marche a dieci anni dall’applicazione del decreto legislativo 494/96 e le proposte di miglioramento”.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

I lavori, che saranno aperti dall’assessore regionale alla Salute, Almerino Mezzolani, e dal direttore regionale dell’Inail, Sandro Passamonti, cominceranno alle ore 9 e termineranno alle 18. Con questa iniziativa si vuole, in particolare, fare il punto sulla situazione nella Marche, con tutti i soggetti pubblici e privati interessati e attivi in materia.

L’Unione Europea, tra l‘altro, ha recentemente ritenuto pubblicamente inaccettabile il livello di sicurezza nei luoghi di lavoro sinora raggiunto in ambito comunitario e si è posta come obiettivo la riduzione del 25% degli infortuni e delle malattie professionali nel periodo 2007-2012, attraverso ogni ulteriore azione che i vari Stati membri dovranno mettere in campo per raggiungerlo. Tra i vari comparti produttivi, quello delle costruzioni è sotto tale profilo uno tra i più sofferenti e lento a mettere a regime le regole comunitarie stabilite dalla direttiva 92/57/CEE, recepite in Italia con il D.Lgs. 494/96.

L’andamento infortunistico, soprattutto nel settore delle costruzioni risulta tuttora particolarmente elevato in relazione all’incidenza e alla gravità delle lesioni sia nelle Marche che nel resto dell’Italia. Per poter conseguire concreti risultati in termini di salute e sicurezza in questo delicato settore, il 7 febbraio 2006 è stato siglato un Protocollo di intesa tra INAIL Marche, Regione Marche, Comitati Paritetici Territoriali ed Edilart - Marche che ha permesso la realizzazione di significative iniziative, soprattutto in termini di formazione e informazione alle varie figure previste dalle normative in questione.

Il convegno, organizzato dai soggetti firmatari del Protocollo, si pone il duplice obiettivo di analizzare il fenomeno a livello regionale e proporre miglioramenti immediatamente applicabili. La sessione antimeridiana fornirà un quadro informativo sull’andamento infortunistico e infrazionistico nei cantieri marchigiani e sulle iniziative attuate e allo studio da parte degli enti promotori del convegno per la diffusione della cultura della sicurezza.

La sessione pomeridiana concentrerà l’attenzione prevalentemente sui cantieri di lavori pubblici, trattando gli argomenti delle grandi infrastrutture, la recente legge regionale sulla preventivazione e contabilità dei costi della sicurezza e i relativi prezzari, l’offerta economicamente più vantaggiosa come ulteriore strumento per il miglioramento della sicurezza.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 ottobre 2007 - 922 letture