counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: disservizi di Alitalia sull’Aeroporto ''Raffaello Sanzio''

1' di lettura
1343

Una situazione insostenibile, che non può perdurare senza causare danni di immagine ed economici all’aeroporto “Sanzio” di Ancona Falconara. Alitalia deve garantire l’efficienza del servizio e i collegamenti con i “centri nevralgici, quali Roma e Milano”. Lo afferma il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, che ha inviato una lettera al presidente Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile), Vito Riggio

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

“Pongo alla Sua attenzione la situazione di grave difficoltà in cui versa l’aeroporto di Ancona Falconara, relativamente ai servizi aerei su Roma e Milano, attualmente gestiti da Alitalia. Negli ultimi due anni il vettore non ha garantito continuità di servizio e puntualità al nostro bacino di utenza: nel 2006 si sono avute 336 cancellazioni sulle due tratte e 235 nel 2007. A ciò si aggiunge l’impossibilità, per le Marche, di avere un collegamento con l’aeroporto di Linate che aiuterebbe fortemente lo sviluppo della nostra regione”.

Questi disservizi, secondo il presidente, penalizzano i cittadini marchigiani e coloro che vogliono raggiungere le Marche: “Stanno determinando una perdita di proventi e un’immagine negativa per l’aeroporto che è parte fondamentale del sistema infrastrutturale regionale. Le chiedo, pertanto, un intervento nei confronti del vettore, al fine di evitare, nel futuro, la discontinuità del servizio di interesse pubblico e di assicurare lo sviluppo dello scalo”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 ottobre 2007 - 1343 letture