counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ugo Ascoli Incontra a Roma il Ministro Damiano sulla questione apprendistato

2' di lettura
809

Le Marche sono la Regione italiana che coordina, in seno alla commissione nazionale degli assessori regionali, le questioni riguardanti i contratti di apprendistato. Un ruolo di responsabilità a livello nazionale, assunto grazie alla forte attenzione su questi temi e alla scelta di provvedimenti all’avanguardia nel panorama delle politiche attive del lavoro. Siamo, infatti, la prima regione ad aver concluso un atto di definizione dei profili formativi in apprendistato

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

Proprio in veste di coordinamento tecnico-politico, questa mattina l’assessore regionale al Lavoro e Formazione, Ugo Ascoli ha incontrato a Roma il ministro del Lavoro, Cesare Damiano e il sottosegretario Montagnino.

E’ stata concordata un’agenda di lavori sui temi da trattare nelle prossime settimane. Nuovo appuntamento nella prima decade di novembre, sempre alla sede del Ministero con il sottosegretario Montagnino, con il quale oggi è già stato elaborato un percorso operativo per esaminare le diverse questioni: dalla riduzione della durata del contratto attualmente di 6 anni, alle modalità di maggiore tutela per diplomati e laureati, al ruolo delle imprese come enti formatori, fino alle risorse nazionali da assicurare agli enti pubblici per garantire e incentivare la parte formativa dell’apprendistato. Oltre, naturalmente, all’impegno a costruire percorsi che spingano le Regioni ad omogeneizzare i livelli amministrativi delle procedure che riguardano questo contratto misto (formazione e lavoro).

Il contratto di apprendistato - ha ricordato Ascoli - rappresenta ormai la principale porta di ingresso nel mercato del lavoro per i giovani, anche le Banche e aziende come le Ferrovie applicano questo contratto vantaggioso sotto diversi aspetti.

L’assessore Ascoli ha poi espresso una doppia soddisfazione per l’incontro odierno: non solo per il riconoscimento del ruolo di capofila delle Regioni e le congratulazioni del Ministro per il lavoro svolto nelle Marche, ma anche perché si stanno accelerando, da parte del Governo nazionale, gli atti che porteranno alla risoluzione di problemi fondamentali per lo sviluppo di tali contratti. Il ruolo delle “piccole” Marche in questo percorso è molto delicato “, ha spiegato Ascoli. “Un compito di apripista con il Governo nazionale per sciogliere i nodi, riferire alle altre Regioni l’esito delle negoziazioni e infine affrontare l’esame delle proposte con le parti sociali nazionali.“

Nel congedarsi dalla riunione, l’assessore Ascoli ha invitato il Ministro del Lavoro a visitare le Marche e Damiano ha accettato di partecipare ad un convegno che si terrà in dicembre sul tema dell’inserimento lavorativo dei lavoratori svantaggiati.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 ottobre 2007 - 809 letture