counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: ad Appignano parte la rassegna Leguminaria

2' di lettura
1576

Stasera si apre ad Appignano “Leguminaria”, la rassegna promossa dal Comune e dalla Provincia di Macerata, che unisce i valori di una sana agricoltura all'arte di chi sa tramandare antichi mestieri. Quest'anno propone un ricco calendario di appuntamenti per le vie del paese. Una “Leguminaria”, dunque, non solo da mangiare ma tutta da camminare e da scoprire

da Leguminaria
www.leguminaria.it

Stasera, dalle ore 19, si mangia nelle osterie del Bellente e della Piazza, in centro storico. Si dovrà prenotare al numero 338.7878472, oppure sul sito internet. Alle ore 21 spettacolo del gruppo folk “La damigiana” in piazza Umberto I.

Sabato 20 ottobre apre, alle ore 19, anche l'osteria degli Antichi Mestieri, in via Carducci (case popolari). In centro storico funzionano le osterie del Bellente e della Piazza. Non c'è bisogno di prenotare. Dalle ore 21 spettacolo itinerante del gruppo folk “Vincanto” ed esibizione dell'Associazione teatrale “Verso l'armonia” in piazza Umberto I.

Domenica 21 ottobre le osterie sono aperte sia a pranzo sia a cena. Gli spettacoli iniziano dal primo pomeriggio con le barzellette di “Lando e Dino”, la musica itinerante della “Mabò Band”, le acrobazie degli artisti di strada, le note del gruppo folk “La damigiana”. Partecipano anche “I Solari” con un concerto alle case popolari (ore 17), mentre “Leguminaria Band” si esibisce in piazza Umberto I (ore 18).

Altre iniziative colorano la mattinata, come il mercatino dei prodotti tipici intorno alle mura del centro storico e in via Roma, e la marcialonga appignanese. Dalle ore 14, ai giardini delle case popolari, c’è la mostra di antichi mestieri; contemporaneamente, in via Borgo Santa Croce, i Maestri Vasai e gli allievi della Scuola di ceramica dimostrano come si lavora l’argilla. Alle 16 via ai giochi popolari con la corsa delle brocche, e alle 17, all'osteria del Bellente, “Musica e Vino”, conferenza a cura di Slow Food - Corridonia.

Tutti i giorni, infine, nella sala eventi del Comune, rimane aperta la mostra “Poliversi” di Fulgor Silvi, mentre gli appassionati possono visitare, nell'oratorio di via Dante Alighieri, la mostra micologica dell'Associazione Naturalistica Monti Sibillini.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 ottobre 2007 - 1576 letture