counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: meeting nazionale Rete Italiana Città Sane - O.M.S.

3' di lettura
924

Ha confermato all’unanimità alla presidenza Giuseppe Paruolo, Assessore alla Salute e Comunicazione del Comune di Bologna, l’Assemblea annuale della Rete Italiana Città Sane - O.M.S. riunita ad Ancona mercoledì pomeriggio, alla vigilia del VI Meeting nazionale

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it

L’assemblea ha eletto anche il nuovo Comitato Direttivo: ne fanno parte i Comuni di Ancona, Firenze, Foggia, Genova, Modena, Precenicco, Salerno, Siena e, come Città progetto dell’OMS, Arezzo, Bologna, Milano, Padova, Torino, Udine e Venezia. Come revisori dei Conti sono stati eletti i Comuni di Potenza, Sacile (PN) e S. Giovanni delle Pertiche (PD).

Nel suo discorso programmatico il presidente Paruolo ha tracciato le linee guida di impegno per il prossimo triennio, evidenziando il ruolo che le Città sono chiamate a giocare nella promozione della salute dei propri cittadini. La salute, ha detto, costituisce non solo uno dei valori fondanti del nostro essere comunità, ma un punto di riferimento che deve guidare le persone nell’adozione di un corretto stile di vita e le Città nell’effettuare le opportune scelte amministrative. Oltre che il legame istituzionale con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Rete delle Città Sane punta al rafforzamento del coordinamento con i programmi del Ministero della Salute, a partire dal programma “Guadagnare in salute”, e di altri Ministeri ed associazioni, in primis con l’Associazione Nazionale dei Comuni. Nei prossimi mesi sono in programma anche campagne nazionale e regionali sulle giornate dell’OMS o su temi di particolare importanza (fumo, malattie cardiovascolari, tumori, trapianti e così via). Tra le novità anche l’indicazione di un referente per i rapporti con i Comuni di piccole e medie dimensioni e con le Reti regionali delle Città Sane.

Intanto al Teatro delle Muse è in corso la prima giornata dei lavori del Meeting, aperta dal sindaco Sturani il quale ha ricordato l’adesione del Comune di Ancona alla Rete Città Sane dal 1994, anno della sua nascita, e la partecipazione sia al Comitato Direttivo sia al Comitato Tecnico. “L’Amministrazione –ha sottolineato- ha dimostrato un impegno costante a livello nazionale che si è poi ripercosso a livello cittadino. Grazie anche agli stimoli scaturiti da un confronto continuo con le altre municipalità abbiamo promosso e attuato costantemente azioni per la tutela della salute dei suoi cittadini. Il fatto di essere stati scelti come ospiti del meeting ci rende orgogliosi in quanto è testimonianza di una politica attenta e che cerca di migliorare la quantità dei servizi, ma soprattutto la qualità”.

I temi delle relazioni presentate oggi hanno riguardato "Guadagnare salute: una possibile collaborazione tra ministero e rete”, “Comuni e aziende sanitarie in rete per la Salute e il Welfare”, “Cura, salute e sicurezza”, “Dipendenze da gioco e legalità”, “Uso e abuso di sostanze legali ed illegali”, “Internet e culture giovanili”, “Giovani e salute” ed altri ancora, cui hanno fatto seguiti alcuni workshop pomeridiani.

Questa mattina alle 9.45 Tavola rotonda su “Esperienze e buone pratiche a confronto” e presentazione della proposta di Carta della Rete sulle priorità della salute dei giovani.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 ottobre 2007 - 924 letture