counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Sant’Angelo in Vado: tutto il buono del pesarese

2' di lettura
801

Coldiretti presenta a Sant’Angelo in Vado domenica 14 ottobre all’apertura della 42° Mostra del Tartufo i migliori prodotti tipici della Provincia.

da Coldiretti

Carne alla brace delle razze bovine pregiate dell’Appennino Centrale, la polenta dei carbonari, le castagne delle colline pesaresi, il vin brulè delle cantine sociali. Sono solo alcuni dei prodotti che si potranno degustare domenica 14 ottobre a Sant’Angelo in Vado per la 44° Mostra Nazionale del tartufo bianco pregiato, in occasione della giornata Coldiretti che sarà presente con il suo progetto “Campagna Amica”.

Oltre al soave aroma del tartufo, si potranno assaggiare i sapori dei piatti tipici dell’agricoltura della Provincia pesarese: dai salumi ai formaggi, dall’olio ai vini, oltre a tanti altri prodotti come castagne, miele, ortaggi, frutta e grappe. Per la conoscenza dei più piccini, ma anche per la curiosità dei grandi, sarà allestito un minizoo in piazza con gli animali della fattoria.

'Campagna Amica - commenta Giannalberto Luzi, presidente della Coldiretti marchigiana - è il progetto con cui la nostra associazione ha voluto instaurare un rapporto diretto tra produttori agricoli e consumatori, per creare un’educazione alimentare e introdurre il principio della rintracciabilità affinché l’utente finale possa essere messo in grado di conoscere l’origine, il percorso e i trattamenti subiti dal prodotto alimentare dal campo al banco di vendita per poi fare le proprie scelte'.

Coldiretti, da tempo, è attenta alle preoccupazioni sulla qualità della vita e sull’alimentazione umana, che tanta apprensione stanno creando nell’opinione pubblica. La risposta è arrivata con il progetto “Campagna Amica”. Si è avviato infatti un rapporto concreto tra produttori agricoli e consumatori, con l’intento di creare opportunità per far conoscere i prodotti tipici di qualità della produzione agricola, avvicinando così il consumatore al prodotto e alla cultura che lo esprime. Con questa iniziativa si valorizza quindi il lavoro degli imprenditori agricoli, ma si costruisce un’alleanza con il cittadino-consumatore per elevare la qualità della vita che in gran parte dipende da una alimentazione sana e genuina.

Per questo le bandiere gialle della Coldiretti tingeranno piazze e vie della cittadina pesarese proprio nel giorno in cui si inaugura ufficialmente la 44° edizione della Mostra Nazionale del tartufo Bianco Pregiato.

ARGOMENTI

EV

Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 ottobre 2007 - 801 letture