counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaro: Val Marecchia, i rifiuti potranno essere smaltiti in Emilia Romagna

2' di lettura
1220

I comuni della Val Marecchia potranno prossimamente conferire i rifiuti urbani presso l’impianto di Sogliano sul Rubicone, in Provincia di Forlì-Cesena. La Giunta regionale delle Marche ha approvato lo schema dell’accordo con la Regione Emilia Romagna, che ha già espresso parere favorevole lo scorso 30 luglio.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

La decisione è stata assunta nel corso della riunione settimanale che si è svolta a Pesaro, al termine dell’incontro con la Giunta provinciale di Pesaro e Urbino. L’intesa sarà operativa dopo la firma dei presidenti delle due Regioni.

A settembre anche il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino ha invitato la Regione Marche a siglare l’accordo. Attualmente i comuni di Casteldelci, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Novafeltria, Maiolo San Leo e Talamello conferiscono i rifiuti urbani nella discarica marchigiana di Montecalvo in Foglia, come gli altri paesi dell’Ambito territoriale del Montefeltro.

“Da tempo questi Comuni, sottolinea l’assessore all’Ambiente Marco Amagliani, hanno chiesto di smaltire i propri rifiuti nell’impianto di Sogliano sul Rubicone, in Emilia Romagna, che presenta vantaggi sia in termini di distanze, che di viabilità. Infatti le distanze chilometriche tra i territori comunali interessati e l’impianto di Sogliano sul Rubicone sono inferiori alle distanze da percorrere per il conferimento presso l’impianto di Montecalvo in Foglia o altri della provincia di Pesaro e Urbino”.

La normativa nazionale consente di smaltire i rifiuti fuori dal proprio ambito di riferimento, sottoscrivendo protocolli d’intesa, tra soggetti pubblici o privati, che rispondano a requisiti di prossimità ed economicità, come nel caso dei territori a confine tra le Marche e l’Emilia Romagna.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 ottobre 2007 - 1220 letture