counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: eco&equo nelle piazze marchigiane

2' di lettura
1420

“Eco&Equo”, la Fiera sull’attenzione sociale, ambientale e sull’economia sociale, promossa dall’assessorato ai Servizi sociali, Immigrazione e Ambiente della Regione Marche, si presenterà in questo fine settimana nelle principali piazze dei capoluoghi di provincia in preparazione dell’evento, che si svolgerà dal 12 al 14 ottobre alla Fiera di Ancona

da Eco&Equo

Attraverso le incursioni teatrali, l'associazione “Teatro Terra di Nessuno” di Ancona, porterà “Eco&Equo” nei luoghi di ritrovo all’aperto con l'intento di suscitare la curiosità e la reazione anche del più distratto dei passanti che, inconsapevolmente, avrà la possibilità di immergersi in storie, emozioni e immagini.

Le incursioni teatrali si svolgeranno oggi (sabato 6 ottobre) alle 11 nel centro storico di Pesaro e alle 17 in quello di Macerata. Domenica 7 ottobre, alle 11, saranno nelle vie centrali di Ascoli Piceno e alle 17 in quelle di Ancona.

Saranno semplici e immediati gli strumenti utilizzati: linguaggio corporeo, quadri viventi, uso inconsueto di oggetti quotidiani recuperati. Attraverso le incursioni saranno create situazioni che rispecchiano, portano all’eccesso e rendono manifesto il lato paradossale della realtà che ci circonda. Gli attori, con i loro interventi, cercheranno di sensibilizzare i cittadini sui temi ambientali e sociali invitandoli a riflettere sulle azioni di tutto giorno che possono avere conseguenze su problemi contemporanei, come mancanza di acqua, carenze energetiche, povertà, argomenti che saranno al centro delle giornate di “Eco&Equo” che ospiterà la campagna delle Nazioni Unite per gli obiettivi del Millennio contro la povertà, “Target 2015”.

Le incursioni teatrali, create prendendo spunto dai giochi infantili e dagli scenari di un ipotetico futuro che le circostanze attuali spingeranno ad immaginare, avranno l'obiettivo di far emerge le inquietudini che si insinuano fra le pieghe della quotidianità, negate e nascoste dietro il rassicurante abbraccio del consumismo. Far riaffiorare quelle paure e trasformarle in stimolo per compiere una scelta morale consapevole e personale.

Per informazioni: www.ecoandequo.it


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 ottobre 2007 - 1420 letture