counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: torna la grande poesia e conquista anche il Mercato

5' di lettura
1393

Presentata a Palazzo Leopardi, regione Marche, la II edizione de LA PUNTA DELLA LINGUA – POESIA FESTIVAL (Ancona, 11, 13, 14/10/2007), fra gli opisiti Vivian Lamarque e Aldo Nove.

da Nie Wiem Onlus

Dopo l'inaspettato e gratificante successo dello scorso anno (oltre 1.000 spettatori), torna il festival di poesia organizzato dall'Associazione Culturale NIE WIEM Onlus, LA PUNTA DELLA LINGUA, la cui seconda edizione si svolgerà giovedì 11, sabato 13 e domenica 14 ottobre 2007 ad Ancona, grazie al contributo della Regione Marche – Assessorato Istruzione, Provincia di Ancona – Leggere il ’900, Comune di Ancona – Assessorati Cultura, Politiche Giovanili e Pari Opportunità, Centro Servizi per il Volontariato, Osteria Teatro Strabacco.

Anche quest'anno il Festival dedicherà spazio ad opere e autori capaci di contaminare la poesia con le altre arti, discipline, modalità espressive, ha sottolineato il direttore artistico del festival, Luigi Socci. E sarà, non a caso, la nuova forma d'arte della video-poesia ad aprire il festival, giovedì 11 ottobre, ore 21.30, Hangar Cult Lab, con una proiezione di opere partecipanti al concorso “Doctor clip” (Roma Poesia), presentate dal critico Andrea Cortellessa. Sabato 13 ottobre a Palazzo Camerata, ore 17, Valerio Cuccaroni, direttore della rivista ARGO, parlerà del rapporto fra poesia e media con Andrea Cortellessa, che presenterà la collana di poesia da lui diretta «Fuori formato» (letture di Laura Pugno); i poeti dello Sparaijuri lab che presenteranno l'Antologia europea dello slam (letture di Luigi Socci); il poeta-blogger Andrea Inglese, in trasferta da Parigi, che verrà a illustrare il fenomeno della poesia diffusa via Internet. Alle 20.30 ci si trasferirà al Mercato delle Erbe, che si trasformerà da spazio commerciale in luogo d'arte, per un buffet di benvenuto, a cui seguirà, ore 21.30, la lettura di Aldo Nove, uno dei più grandi scrittori sperimentali italiani che nel suo ultimo libro di versi Maria (Einaudi, 2007) sembra “convertitosi” agli inni mariani, «anche per opporsi al neo-maschilismo dell'attuale Papa», nota Socci; Vivian Lamarque, autrice di altissimo livello e capace di essere tanto fruibile da risultare la poetessa più letta d'Italia (secondo «La Repubblica»), la quale presenterà in anteprima alcuni testi di Poesie per un gatto in uscita da Mondadori; e la rockpoetess Giovanna Marmo. Intermezzi musicali a cura del musicista Egle Sommacal, già chitarrista della cult band Massimo Volume, antesignana delle sperimentazioni poetico-musicali. Domenica 14 ottobre si parlerà di Dio, guerra e omosessualità con Franco Buffoni, che alle 11 presenterà il suo libro Più luce, padre alla libreria Feltrinelli. Alle 21.30 si tornerà al Mercato delle Erbe dove si svolgerà un reading dei giovani poeti del Nono quaderno italiano di poesia contemporanea, curato dallo stesso Buffoni per i tipi della Marcos y Marcos: letture di Alessandro Broggi, Maria Grazia Calandrone, Mario Desiati, Massimo Gezzi, Marco Giovenale, Luciano Neri, Giovanni Turra, che come padrino avranno il poeta anconetano Francesco Scarabicchi e madrina la poetessa maceratese Renata Morresi.

La dott.ssa Graziella Cirilli dell'Assessorato all'Istruzione della Regione Marche, venuta in rappresentanza dell'assessore Ugo Ascoli, ha sottolineato che il festival si inserisce “all'interno di un percorso generale e di un progetto particolare: il percorso è quello dello sviluppo qualitativo della scuola, incentivando ad esempio la lettura dei giovani (obiettivo fissato dalla conferenza di Lisbona), in questo caso attraverso un progetto presentato da NIE WIEM, nell'ambito di un protocollo d'intesa che l'assessore Ascoli ha voluto sottoscrivere con l'associazione. Il festival rappresenta il punto di partenza di un percorso che continuerà all'interno delle scuole e che vedrà giovani poeti di NIE WIEM e di tutte le Marche impegnati in una serie di laboratori. È per questo che la Regione ha contattato dirigenti scolastici e professori, in particolare di lettere, per invitarli ad assistere al festival”.

Carlo Pesaresi, Assessore alla Cultura della Provincia di Ancona, ha insistito sull'importanza per «la formazione di una comunità colta e vivace» di «iniziative di questo genere, che NIE WIEM organizza con molta intelligenza da diversi anni. La Provincia continuerà a sostenere l'iniziativa, purché naturalmente mantenga le sue caratteristiche». Infine, l'Assessore alla Cultura del Comune di Ancona, Pierluigi Fontana, ha rimarcato la «capacità del festival di intrecciare poesia e linguaggi diversi, come video internet e musica», lodandone proprio la natura di festival, che “ad Ancona mancava e grazie a NIE WIEM ora c'è. Abbiamo voluto che il festival facesse tappa anche al Mercato delle Erbe – ha aggiunto Fontana - spazio attualmente occupato dal commercio, perché vorremmo trasformarlo in uno spazio culturale, una biblioteca a scaffale aperto con libri film e musica, compatibilmente con le esigenze e le richieste dei commercianti.

Il direttore artistico del festival ha chiuso con un augurio: “Nella consapevolezza che la poesia non cambierà il mondo – ha dichiarato Socci - ci auguriamo che possa almeno rappresentare un’occasione di ascolto, dialogo, riflessione e, perché no, di divertimento”.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero fino a esaurimento posti.

Info: www.lapuntadellalingua.it, info@niewiem.org.

Scarica il programma.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 ottobre 2007 - 1393 letture