counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: Africa in prima pagina, una lezione che lascia il segno

2' di lettura
920

Presentata in consiglio comunale la drammatica esperienza delle Baraccopoli. Grande partecipazione di giovani e studenti in Municipio e nelle scuole

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it

“Non è vero che questo tipo di notizia non sia di pubblico interesse, non è vero che i giovani siano indifferenti ai problemi che affliggono società molto lontane dalla nostra”: Con queste parole il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Frisoli, che è rimasto profondamente toccato dall’esperienza del Social Forum di Nairobi 2007, ha sottolineato l’eco che ha avuto ieri pomeriggio il consiglio comunale aperto sul tema “L’Africa in prima pagina”, al quale hanno partecipato rappresentanti di numerose associazioni di volontariato, italiani ed immigrati, manifestando ampio consenso attorno all’iniziativa, collocata nell’ambito della “Settimana per la Pace”.

La presenza del noto missionario Padre Kizito Sesama, responsabile della rivista “Nigrizia” e di Cosmas Nduva e Stephen Kioko, giornalisti di una rivista di strada , ha catalizzato l’attenzione di tanti giovani, desiderosi di conoscere, di rendersi conto personalmente di cosa significhi operare con spirito volontaristico nell’inferno costituito dalle baraccopoli metropolitane, mostrato ai presenti attraverso le scioccanti immagini di un reportage. Perché “non tutto ciò che si fa può e deve essere guidato dal miraggio del profitto”, è stato detto da più parti, riferendosi al mondo dell’informazione e specialmente agli editori, preoccupati di far vendere i giornali grazie a notizie “d’impatto” ma anche alle società moderne in genere, dove il volontariato, lo scambio, la condivisione trovano ben poco spazio.

E interesse e consenso l’iniziativa, organizzata dalla presidenza del consiglio comunale dorico in collaborazione con le Province di Ancona e Pesaro, Comune di Pesaro e Ordine dei Giornalisti delle Marche- ha suscitato anche da parte degli studenti, centinaia- incontrati ieri e oggi nelle rispettive sedi dal presidente Frisoli e dai protagonisti del giornalismo al servizio dei più deboli: Liceo Rinaldini, Istituto d’Arte Mannucci, Liceo Pedagogico, Liceo Scientifico Savoia, Istituto Benincasa, Istituto Vanvitelli-Stracca- Angelini e Liceo scientifico “Galilei”. Una lezione che non mancherà di lasciare il segno e di aprire nuovi orizzonti a tanti studenti sensibili a questi temi.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 ottobre 2007 - 920 letture