counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaro: sviluppo tra cultura e paesaggio

2' di lettura
1103

Tutela e sfruttamento. I due estremi, i due poli in contrasto nel rapporto tra uomo e paesaggio.

dalla Provincia di Pesaro e Urbino
www.provincia.pu.it

E il tentativo costante di trovare un equilibrio per la qualità della vita e la conservazione delle risorse. Questa volta ci proveranno le riflessioni di un convegno che venerdì 5 ottobre alle 16 si svolgerà in Provincia, nella sala “Wolframo Pierangeli” (in viale Gramsci 4).

L’iniziativa parte dall’assessorato ai beni storici, artistici e archeologici ed è un tassello del progetto “Centoborghi” per conoscere, valorizzare e recuperare il patrimonio dei piccoli centri.

“Il territorio come bene culturale e risorsa economica”, un titolo che è anche slogan programmatico. «È necessaria una presa di coscienza più alta - conferma l’assessore Paolo Sorcinelli -, cultura e natura non sono un limite alla crescita, sono anzi il vero motore di un nuovo sviluppo e di una nuova economia, basati in modo più solido su beni e valori permanenti. Questo in particolare in una provincia speciale come la nostra, nell’era della globalizzazione e dello sviluppo ecosostenibile. E la forza dell’equilibrio sta proprio nei valori che ci appartengono per tradizione, che sono nostri e peculiari, che nessuno pur volendo potrà mai delocalizzare, e che tutti noi dobbiamo conservare e far fruttare al meglio».

Dopo l’introduzione dell’assessore Paolo Sorcinelli, interverranno il presidente nazionale di Legambiente Roberto Della Seta, l’architetto Pier Luigi Cervallati dell’Università di Venezia, il direttore delle attività associative e territorio del Touring club italiano Marco L. Girolami, Paolo Carini, direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici delle Marche. Seguirà una tavola rotonda con l’onorevole Massimo Vannucci della Camera dei deputati, il vicepresidente di Sanpaolo Banca dell’Adriatico Achille Marchionni, Luca Storoni, presidente dell’Ordine degli architetti di Pesaro e Urbino, e Alberto Roscini, presidente del Collegio dei costruttore di Pesaro e Urbino. Le conclusioni del convegno sono affidate al presidente della Provincia Palmiro Ucchielli e al presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 ottobre 2007 - 1103 letture