Urbino: alla Festa del Duca tornei, ronde e rievocazioni storiche

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sono passati ventisei anni da quando, nel 1982, la città di Urbino decise di ricordare i cinquecento anni dalla morte del duca Federico da Montefeltro.

dalla Festa del Duca


Naque così la Festa del Duca, manifestazione che ritorna dal 16 al 19 agosto organizzata dall’ARS (Associazione Rievocazioni Storiche) in collaborazione con l’assessorato Cultura e Turismo del Comune di Urbino e il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Pesaro Urbino, Comunità Montana Alto e Medio Metauro e ERSU.

Da allora gli antichi splendori dell’epoca vengono rievocati intorno al Palazzo Ducale con musici, acrobati, giocolieri e danzatori ai quali fanno seguito prove di destrezza da parte di sbandieratori, tamburini e balestrieri. La compagnia d’arme “I poeti della spada” di Urbino ricostruisce i campi d’arme insieme ai Credandari di Ivrea e a Vis Ferris e l’Ordine delle Croci di Trieste, ognuno con i suoi stemmi e attività – presentazione degli armamenti, carte geografiche, conciatura delle pelli, riparazione delle armi, tiro con l’arco e la balestra -. Qui si preparano le ronde armate che sfilano quotidianamente per il centro della città; ogni notte, dalle 22,30, in ogni campo si accendono i fuochi e inizia il bivacco notturno con musica e vino caldo.

L’ultimo giorno (domenica 19 agosto dalle 18 alla Fortezza Albornoz) si può vivere il momento centrale della Festa dal punto di vista storico. Si comincia con il torneo cavalleresco della Cortegiania al quale prendono parte i cavalieri dei castelli e delle ville di tutto il ducato. Durante la festa si snoda il corteo della Signoria con decine di figuranti in abiti rinascimentali. A seguire la rievocazione storica della “Presa di Volterra” da parte del duca di Montefeltro per conto della Repubblica Fiorentina, avvenimento risalente al 1472. Il Conte di Urbino con dodicimila uomini assediò la città toscana per venti giorni dopo i quali con uno stratagemma riuscì a penetrare le mura cominciando così un’aspra battaglia conclusasi con un terribile saccheggio. Le cerimonie storiche si concludono con la sfilata del corteo storico per le vie del centro. La consulenza storica e la regia della rievocazione sono curate da Rosanna Cipriani Saltarelli, i costumi sono di Flavio Di Paoli.

Lo sponsor ufficiale della Festa del Duca è Rappresentanze Orlando Boccalini di Montelabbate. Altri sponsor: Gruppo CSA Istituto di Ricerca, Banca di Credito Cooperativo, Banca Marche, Banca Popolare di Ancona, Tecno Habitat, Villaggio dell’Amicizia insieme a Banca Mediolanum, Caseificio Val d’Aspa, Centrauto Cancellieri, Confesercenti Urbino, GMA, Le Mirage, Megas, San Paolo Banca dell’Adriatico, Super Conad Montefeltro, Terra Bio, TVS.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 agosto 2007 - 2411 letture

In questo articolo si parla di urbino





logoEV