Urbisaglia: Timone D'Atene con Pino Quartullo

3' di lettura 30/11/-0001 -
Venerdì 27 luglio nel suggestivo Anfiteatro Romano di Urbisaglia - nell’ambito del TAU/Teatri Antichi Uniti rassegna di teatro classico antico promossa da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche / Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali, Amat, Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche, Provincia di Ascoli Piceno, Provincia di Macerata, Comune di Falerone, Comune di Urbisaglia in collaborazione con Comune di Ascoli Piceno e Comune di Monte Rinaldo - è in scena Timone d’Atene di William Shakespeare con Pino Quartullo per la regia di Jurij Ferrini.

da Amat


I fatti della vicenda, in un’opera poetica a cui la traduzione di Sarah Biacchi in endecasillabi regala una straordinaria semplicità senza tralasciare la musicalità poetica, ruotano intorno al concetto di amicizia come valore universale.

La letteratura drammatica di Shakespeare – l’opera è una tragedia nel senso più profondo, termina nell’unico suicidio di un eroe shakespeariano non dettato dall’amore - appartiene alla modernità, ma è profondamente legata al mondo antico, soprattutto per quanto riguarda la tematica dei valori umani. Questa storia in particolare parla di generosità e ingratitudine, dell’arida logica del profitto e degli spietati paradossi del mercato, di furbizia politica e voltafaccia improvvisi. Tutto ciò lascia profondamente sole le persone, come accade a Timone, il protagonista di quest’opera, unico eroe del Bardo inglese che si toglie la vita non per amore, ma per odio verso la meschinità umana.

Pino Quartullo , l’attore principale, è diplomato in recitazione al Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Gigi Proietti, diplomato in regia all'Accademia Nazionale D'Arte Drammatica Silvio D'Amico, laureato in Architettura e vanta un lungo curriculum di esperienze come autore, attore e regista, in teatro e in cinema. Inoltre, Quartullo è il doppiatore di Jim Carrey per la versione italiana dei film The Mask e Scemo e più scemo, ed è attivo nel mondo della moda, infatti cura come regista allestimenti di sfilate ed eventi speciali per note firme italiane.

Il giovane regista dello spettacolo Jurij Ferrini è anche attore teatrale, diplomato alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 1994, inizia la sua carriera come attore prendendo parte a numerosi allestimenti e nel 1997 fonda con alcuni compagni di scuola e di lavoro il progetto U.R.T., dove inizia a sperimentarsi nella regia. Mentre lo stabile genovese in poche stagioni fa di lui uno degli attori di riferimento per i ruoli primari, nel suo gruppo dirige ed interpreta spettacoli che suscitano l’interesse di pubblico e critica. A Genova incontra registi di fama internazionale come Benno Besson, Alfredo Arias e Matthias Langhoff. Con Tutto per bene di Luigi Pirandello, Ferrini vince il Premio Gassman per il Miglior Spettacolo dell’Anno e nel 2003 ottiene il Premio Olimpico di Vicenza organizzato dall’ETI nella categoria Miglior Attore Emergente. Inoltre, l’attore prende parte ad una serie di film per la televisione.

La scenografia dello spettacolo – prodotto da Progetto U.R.T. e La città degli artisti – è curata dallo stesso Ferrini. Le luci sono di Dario Andreoli e la costruzione degli elementi di Giuliano Ferrini e Roberto Minetti.

Inizio spettacolo ore 21.30 Informazioni e biglietti (da € 12 a € 16): Pro Loco tel. 0733 506566 (tutti i giorni 10 - 13 / 15 - 19).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2007 - 1138 letture

In questo articolo si parla di