counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Sferisterio Opera Festival: Cacciari inaugura la 43ma stagione lirica

2' di lettura
1084

“La magia ha tolto a Macbeth e alla sua Lady la possibilità di sognare l’attesa del divenire e la speranza nel futuro, e l’annullamento dell’avvenire ha trasformato in incubo il loro presente”.

dallo Sferisterio Opera Festival
nome@viveresenigallia.it

Ecco come si apre la trama di Macbeth, dal saggio del professor Diego Poli che oggi alle 12, agli Antichi Forni, presenta l’opera che va in scena per la “prima” in serata allo Sferisterio. E il Festival entra subito nel vivo.

Tantissimi gli appuntamenti di oggi. Dopo l’aperitivo della rassegna “In-contro Festival”, alle 18 il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, inaugura la 43ma stagione lirica con una conferenza dibattito al teatro Lauro Rossi sul “Gioco dei Potenti”. L’entrata è gratuita, ma è preferibile la prenotazione.

Non c’è tempo per fermarsi che, alle 21, si spengono le luci dello Sferisterio per l’attesa “prima” di Macbeth, diretta da Daniele Callegari, con la regia di Pier Luigi Pizzi. Di spessore il cast, costituito da giovani cantanti affermati: Giuseppe Altomare, nei panni di Macbeth, è accompagnato da Olha Zhuravel, Lady Macbeth, e Pavel Kudinov nelle vesti di Banco. Di risalto internazionale è il corpo di ballo, guidato da Ecate, Anbeta Toromani. Con lei sfilano Alessandro Riga, Myrna Kamara, Soimita Lupu, Danilo Palmieri e Giacomo Bevilacqua e gli “Aeros”, la squadra campione del mondo di ginnastica aerobica che insieme ai ballerini, sotto la curata coreografia di Gheorghe Iancu, si esibiscono in favolosi volteggi per creare uno spettacolo unico.

La giornata si chiude con la prima cena del dopo festival. Tutta la direzione artistica viene salutata dagli invitati all’evento, offerto dalla concessionaria auto Francia e da CasaTasso.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2007 - 1084 letture