counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Il teatro amatoriale delle Marche in Sicilia

2' di lettura
2922

La Compagnia Recremisi è tra i finalisti del IV Premio letterario teatrale Nino Martoglio. Il gruppo anconetano di Teatro amatoriale, già vincitore della scorsa edizione, sta infatti rappresentando le Marche nelle fasi conclusive della manifestazione in corso a Priolo Gargallo, nei pressi di Siracusa, che terminerà il 15 settembre con la proclamazione del compagni vincitrice tra le 12 finaliste.

dal Gruppo Teatrale Recremisi
www.teatrorecremisi.it

La rappresentazione della commedia in tre atti “In Cucina” di Alan Ayckbourn, rappresentata nei giorni scorsi nel delizioso comune siciliano, ha riunito oltre 800 spettatori ricevendo una caldissima accoglienza. Grande è stata l’ospitalità dimostrata dagli organizzatori: Carmelo Susinni responsabile del locale centro culturale che dice:”abbiamo inteso fare del teatro un luogo di socializzazione del Paese”; non da meno l’interesse del Consiglio Comunale presieduto da Orazio Valenti.

“In Cucina” è una delle opere più rappresentative di Alan Ayckbourn, commediografo inglese contemporaneo, definito “un Neil Simon in versione british”, che in ogni sua commedia costruisce perfetti meccanismi comici che sollecitano immediatamente l’attenzione del pubblico. E lo fa sposando totalmente la classica forma della "farsa dell'inglese", ma nel contempo rinnovandola con i temi a lui cari tratti dalla realtà dei rapporti interpersonali. Suo è l’aforisma: “La commedia è una tragedia interrotta”.

La storia ruota attorno a tre coppie di coniugi, dalla diversa estrazione sociale, che si fanno visita per tre anni successivi alla vigilia di Natale. Per una serie di irresistibili contrattempi, ogni volta il party finisce per svolgersi solo nelle rispettive cucine. Amaro e realistico, il testo non annoia e sfrutta tutto lo spazio per far ridere di gusto e con semplicità; i colori seguono il deterioramento morale della scena: la bugia, la finzione, la furbizia dell’arrampicata sociale colgono lo svolgimento dei rapporti sociali, con sguardo penetrante.

La regia di “In Cucina” è di Luigia Bisceglia e Andrea Rotelli. Sul palco Emilio Toffano, Stefania De Ruvo, Alessandro Tagliapietre, Camilla Carosi, Alfonso Ramazzotti e Maurizi Alessia. Le scenografie sono di Massimo Giuliani. Dietro le quinte Valter Pierangeli, Massimo Duranti, Letizia Romagnoli, Stefania Tombolini e Cristiano Naspi.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2007 - 2922 letture