counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Univpm: c.MET-05, la sigla dell’intesa tra università e aziende

2' di lettura
1042

Un workshop giovedì 26 luglio al Faculty Club di Ingegneria.

da Università Politecnica delle Marche

Il 26 luglio, con inizio alle 11, presso il Faculty Club del polo Monte Dago dell’Università Politecnica delle Marche si terrà il terzo workshop del Centro inter-universitario c.MET-05, dedicato prevalentemente ai rapporti tra l’università e l’impresa.

Lo sviluppo di attività economiche basate sulla conoscenza scientifica è sempre più considerato come un fattore cruciale per la crescita e la competitività dei territori. In questo ambito il ruolo delle università è fondamentale, non solo nella fase di generazione di nuova conoscenza ma anche nell’efficace trasmissione della stessa al sistema produttivo. Il workshop ha come obiettivo quello di discutere l’evidenza disponibile sui rapporti università-impresa in alcuni settori ad alta tecnologia e le implicazioni di policy, a livello regionale e locale, per la promozione delle attività di trasferimento tecnologico.
Al workshop partecipano ricercatori provenienti da diverse università italiane.

c.MET-05 è un centro inter-univeristario di economia applicata di recente costituito fra l’Università Politecnica delle Marche, l’Università di Ferrara e l’Università di Firenze. I suoi ambiti di attività riguardano in particolare lo studio delle problematiche dello sviluppo locale, i processi di internazionalizzazione dei sistemi produttivi e le connesse problematiche di politica industriale.
Oltre allo studio problematiche dell’innovazione nei sistemi locali (oggetto del workshop di Ancona) c.MET-05 è particolarmente attivo nello studio dei processi di sviluppo locale in alcune province della Cina, nell’ambito del progetto “China and Italy research and learning project”.
Tra gli obiettivi del progetto segnaliamo lo studio delle potenzialità e delle forme di relazione fra i sistemi locali cinesi e i distretti industriali italiani.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 luglio 2007 - 1042 letture