counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

San Benedetto: Paola Gassman alla Palazzina Azzurra

2' di lettura
929

Nuovo appuntamento con la fortunata e apprezzata rassegna “Incontri con l’autore”, organizzata dalla libreria “la Bibliofila” in collaborazione con l’Amministrazione comunale, nell’ambito del cartellone di manifestazioni estive “Scenaperta”.

dal Comune di San Benedetto del Tronto
www.comune.san-benedetto-del-tronto.ap.it

Mercoledì 25 luglio, sempre con inizio alle 21,15 e ingresso gratuito, alla Palazzina Azzurra, Paola Gassman presenta il suo primo libro Una grande famiglia dietro le spalle. La straordinaria storia di tre generazioni di attori (Marsilio, 2007, 281 pagine, 16 euro).

Paola Gassman inizia come se parlasse ad alta voce, rivolgendosi al celebre padre Vittorio, di cui ha seguito le orme diventando attrice teatrale, la straordinaria storia della sua famiglia.

I suoi ricordi partono da lontano: dalla Germania, patria d’origine del nonno Enrico, che nel 1920 decise di fare un viaggio a piedi fino in Italia perché voleva incontrare la donna da sposare. E proseguono con il nonno Renzo Ricci e Ermete Zacconi, con l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, con importanti figure del cinema e del teatro italiano, come Paolo Stoppa, Rina Morelli, Adolfo Celi, Luigi Squarzina, e poi Paolo Panelli, Nino Manfredi, Tino Buazzelli, Monica Vitti, Luca Ronconi e molti altri, fino alle mogli. Gassman infatti ha sposato solo attrici: Nora Ricci, la madre di Paola, Shelley Winters, la madre di Vittoria, Diletta D’Andrea, la madre di Jacopo, e Juliette Maynel, la madre di Alessandro, anche lui attore. Tra successi, amori, divorzi, figli e amicizie un grande affresco di storia dello spettacolo.

Entrata nel mondo del teatro negli anni sessanta, Paola Gassman divide da trentacinque anni il palcoscenico con suo marito, Ugo Pagliai. Con il marito ha affrontato un repertorio di prosa essenzialmente legato al genere commedia, non rinunciando però a serie prove drammatiche. Questo è il suo primo libro.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 luglio 2007 - 929 letture