counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaro: Fiesta Globàl, il Festival delle arti globali a Talacchio di Colbordolo

4' di lettura
1590

Un Festival unico nel suo genere, organizzato dall’Associazione Giovanile TRIBALEGGS, che quest’anno si è spinta oltre. Dal 27 al 29 luglio infatti si terrà alla Piana di Talacchio di Colbordolo la Fiesta Globàl, l’unica festa dedicata a tutte le espressioni artistiche, con il Patrocinio del Comune di Colbordolo, della Provincia di Pesaro Urbino e della Regione Marche. Un viaggio tra muticulturalità, suoni e colori ed un concorso fotografico dedicato all’Africa in attesa del 2008, anno europeo del dialogo interculturale (ingresso libero a tutti gli appuntamenti).

di Associazione Giovanile Tribaleggs
www.tribaleggs.org

La Fiesta sarà davvero Globàl nell’accezione più pura della parola dove l’apertura delle opportunità e del confronto e la crescita globale della cultura saranno le protagoniste. “L’Unione Europea ha posto al centro della propria strategia l’interculturalità come uno strumento per contribuire alla crescita economica ed alla comprensione dei popoli e delle culture differenti – sostiene Palmiro Ucchielli, Presidente della Provincia di Pesaro Urbino – pertanto consideriamo molto importanti iniziative che vanno in questa direzione, che rientrano nella “rete” di appuntamenti organizzati dalle associazioni giovanili che danno spazio, nel territorio provinciale, alla creatività, alla ricerca ed all’innovazione.

Il 10 maggio la Commissione europea ha infatti adottato una comunicazione sul ruolo della cultura nel contesto della mondializzazione. Viene affermato il ruolo fondamentale della cultura nel processo di integrazione europea e proposta un'agenda culturale per l'Europa e le sue relazioni con i paesi terzi. “Sono stati definiti tre grandi obiettivi -sostiene Luca Ferri, Presidente dell’Associazione Tribaleggs- tutti e tre fortemente richiamati in Fiesta Globàl, che costituiscono nel loro insieme una strategia culturale ampia: la prima è la promozione della diversità delle culture e del dialogo tra le culture; poi c’è la promozione della cultura come catalizzatore della creatività nel quadro della strategia di Lisbona ed infine la cultura come elemento vitale nelle relazioni esterne dell'Unione”

Tutti proiettati quindi verso il 2008, anno europeo del dialogo interculturale. Gli organizzatori del Festival hanno infatti pensato ad un programma vario e dinamico, per sensibilizzare tutti i curiosi. “Le giornate del festival -afferma Alessandro Mengarelli, Direttore artistico del Festival– si alterneranno tra il Teatro dialettale e le evoluzioni acrobatiche dei FIVE QUARTET TRIO, tre acrobati che nelle loro performances fanno dell’ambiente un palcoscenico per la giocoleria e un trampolino per le acrobazie al ritmo di jazz. Ci saranno le pizziche salentine e le tarantelle degli ANTIDOTUM TARANTULAE, le danze delle WATINOMA dal Burkina Faso…giovani donne Warba accompagnate dalle percussioni ed altri strumenti, come balafon, zucche, Kundé (Kora), Youre (vasi di terracotta musicali)."

Non mancheranno le figure creative nate dalla mano di GIULIANO DEL SORBO, che si esibirà nell’arte dell’ACTION Painting, e la musica dei Pakavait, che dalla Russia ci portano un rutilante avvicendarsi di ritmi balcanici in cui dialogano a turno tra di loro fiati, violini, chiatarre e piatti da DJ…dove tutti suonano tutto, ogni strumento passa di mano in mano fra evoluzioni da saltimbachi e maschere pittoresche che fanno assomigliare questa band più ad un circo che non ad un gruppo come normalmente ce lo si può immaginare. La tre giorni si concluderà nella giornata di domenica 29 luglio con un saggio delle migliori allieve della Scuola Pianeta Musica di Davide di Gregorio e con i concerti di vari gruppi italiani, tra cui CANEBIANCO, che si esibiranno nel rock-cover italiano, i RASPIL BABYLON, al ritmo reggae ed i BDPC, giovani musicisti urbinati che con la loro musica ska hanno fatto e fanno ballare i giovani di tutta la provincia e sono i vincitori del Premio Metauro della giuria popolare. Durante la Fiesta saranno in vendita le t-shirt dell’associazione Tribaleggs, il cui importo sarà devoluto in beneficenza al Progetto per l’Africa. Quest’anno per la prima volta ci sarà anche il Concorso fotografico "…La Mia Africa…". Si possono ancora inviare le foto dei vostri viaggi in Africa all’indirizzo info@tribaleggs.org. Le foto più significative verranno esposte all’interno della mostra fotografica sull’Africa e premiate da una giuria di qualità. Le tre migliori saranno premiate con il Premio “Il Carlino d’Oro” del Resto del Carlino, media partner dell’evento. Anche il Sindaco di Colbordolo, Flavio Fabi e Sandro Tontardini, Assessore alla Cultura del Comune di Colbordolo, plaudono all’iniziativa.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 luglio 2007 - 1590 letture