counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaro: il decalogo contro l'emergenza idrica

1' di lettura
936

Dimezzare i consumi, rispettare i divieti, aumentare i controlli. Sono le tre parole d’ordine del “decalogo” lanciato sabato mattina dalla Provincia per fronteggiare l’emergenza idrica.

dalla Provincia di Pesaro e Urbino
www.provincia.pu.it

Un appello rivolto ai cittadini, agli agricoltori e ai responsabili della vigilanza per una corretta e puntuale applicazione delle ordinanze anti-crisi emanate nei giorni scorsi dai sindaci e dall’amministrazione di viale Gramsci.

Ecco le “raccomandazioni”: primo punto, ridurre all’osso l’utilizzo di acqua potabile («è piovuto e nevicato pochissimo, il risparmio è essenziale» fanno notare gli amministratori); contenere il più possibile le captazioni nei siti autorizzati; utilizzare con accortezza le risorse idriche per l’agricoltura e l’irrigazione dei campi; intensificare i controlli e la vigilanza sul rispetto dei divieti; massima attenzione al corretto deflusso delle acque.

La Provincia ricorda inoltre che «è indispensabile il deflusso minimo per la vita di fiumi e affluenti», pertanto sta valutando, insieme ai Comuni e alla Regione, l’opportunità di utilizzare la risorsa strategica del Burano per evitare di rimanere a secco. Una lettera è stata inviata poi al Consorzio di bonifica per "contenere fortemente l’utilizzo delle disponibilità nell’invaso di Mercatale". Chiusura infine, in attesa di tempi migliori, per la pesca nelle acque interne.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 luglio 2007 - 936 letture