counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Urbino: protocollo d'intesa per la gestione del sito Unesco

3' di lettura
1003

Importante passo avanti per la redazione e attuazione del Piano di Gestione del sito Unesco “Centro storico di Urbino”.

dal Comune di Urbino
www.comune.urbino.pu.it

Rispettando le indicazione della circolare applicativa della legge n.77/2006 (valorizzazione e tutela Siti Patrimonio dell’Umanità), è stato infatti appena firmato un protocollo d’intesa fra il Comune di Urbino, la Provincia di Pesaro e Urbino, l’Arcidiocesi di Urbino – Urbania – Sant’Angelo in Vado, l’Università degli Studi “Carlo Bo” e la Direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche, istituzioni che a Urbino possiedono beni o hanno competenza su beni che si trovano nell’area circoscritta dalle mura rinascimentali.

Il protocollo individua il Comune come soggetto referente con funzioni di coordinamento per la redazione del Piano e per il monitoraggio delle attività che si realizzeranno. Ora l’Amministrazione comunale potrà chiedere al Ministero per i Beni e le Attività Culturali i contributi 2006 relativi alla redazione del Piano di Gestione, che, come già stabilito, saranno pari a 50 mila euro per ciascuna città con siti Unesco.

Ricordiamo che Urbino, assieme a Ferrara e Assisi, come componenti del Consiglio Direttivo dell'Associazione delle città e siti italiani patrimonio mondiale Unesco, aveva lavorato intensamente perché si arrivasse alla legge n.77/2006, strumento fondamentale per il futuro dei luoghi italiani tutelati dall’Unesco. Il provvedimento consente ora l'erogazione da parte dello Stato di risorse economiche specifiche per la valorizzazione dei siti Unesco. Nei mesi scorsi, in una riunione tenuta a Roma con il sottosegretario al ministero per i Beni e le Attività Culturali Danielle Mazzonis, era stato proprio il sindaco di Urbino Franco Corbucci fra coloro che avevano messo in evidenza che per molti Comuni la realizzazione del Piano di Gestione avrebbe rappresentato un onere non trascurabile. Quelle considerazioni hanno prodotto dei buoni risultati, visto che il ministero ha poi deciso di stanziare un apposito contributo.

Il Piano di Gestione del Sito Unesco ha come obbiettivo strategico il mantenimento dell’ integrità dei valori che hanno consentito l’ iscrizione del sito nella lista del Patrimonio Mondiale, assieme alla definizione di politiche che consentiranno di utilizzare tali valori come risorse per lo sviluppo economico e sociale del sito e del territorio che a esso fa riferimento. Per raggiungere tali obbiettivi la redazione del Piano di Gestione sarà volta all’ approfondimento della conoscenza delle risorse culturali presenti nel Sito e sul territorio, al perfezionamento e coordinamento degli strumenti di tutela e valorizzazione.

“Il Protocollo d’intesa e il Piano -dice il sindaco Franco Corbucci- sono elementi importanti per la nostra città e per il territorio di riferimento. Come prevede la legge, i Piani di Gestione sono infatti strumenti di conservazione, valorizzazione, promozione dei beni e del contesto in cui essi si trovano. Urbino ha subito fatto proprie le indicazioni della normativa e ha promosso la stretta collaborazione fra Enti e Istituzioni, condizione essenziale per sviluppare una gestione condivisa”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 luglio 2007 - 1003 letture