counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaro: I delegati delle rsu chiedono un incontro con il Ministro del Lavoro

2' di lettura
1053

In occasione del Forum regionale del Lavoro organizzato dall’Ulivo il 13 luglio a Fano, le Rsu Cgil Cisl e Uil di numerose realtà produttive della provincia hanno chiesto un incontro con il ministro del Lavoro Cesare Damiano che sarà presente all’iniziativa per sottoporgli un documento nel quale esprimono le preoccupazioni e le richieste del mondo del lavoro nella nostra provincia.

dalla Provincia di Pesaro e Urbino
www.provincia.pu.it

I nostri problemi, come nel resto del Paese, - si legge nel testo che sarà consegnato venerdì a Damiano - sono dovuti soprattutto al diffondersi dell’insicurezza e della precarietà del lavoro, alle retribuzioni troppo basse, al permanere del grave problema degli infortuni nei posti di lavoro, alla difficoltà di costruire una sicurezza sociale per tutte le generazioni e per tutte le condizioni” .

Sulla trattativa in corso a Roma tra governo e parti sociali, le Rsu sostengono la piattaforma presentata unitariamente da Cgil Cisl e Uil e sollecitano una rapida e positiva conclusione del confronto su mercato del lavoro, previdenza, ammortizzatori sociali. Chiedono inoltre l’introduzione di altri elementi di contrasto alla precarietà, tutele aggiuntive per i giovani, per i lavoratori discontinui e parasubordinati, tutele previdenziali e contributive per tutte le generazioni e le forme di lavoro per garantire a tutti certezze sulle prospettive previdenziali, anche evitando che si producano gli iniqui effetti dello scalone introdotto dalla riforma Maroni.

Apprezziamo le prime misure adottate dal Governo e dal suo Ministero – aggiungono- che vanno in questa direzione ma il disagio nei luoghi di lavoro è tale da richiedere una continuità ed un rafforzamento delle politiche di tutela e di equità a favore del lavoro”. Il documento si conclude con la richiesta, a partire dalla prossima Finanziaria, di ulteriori ed incisive misure di ridistribuzione del reddito a favore dei lavoratori e dei pensionati, e interventi di sostegno all’innovazione, alla competitività, alla qualificazione del lavoro e del sistema produttivo”.

Tra le rsu firmatarie ci sono: Biesse, Morbidelli, Benelli Armi, Benelli, Viet, Sorbini (Fiom Cgil), Falcioni (Fiom Cgil), Pica, Tecsol, Sicap, Delta, Mercantini, Osca, Imab, Clabo, Sifa, L.C Mobilim Magnolia, Berloni, Resin System Fano, Masetti, Vitemper, Azimut, I.F.T. Amministrazione comunale Pesaro, Ospedale San Salvatore, Erap, Asur zona Fano)


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 luglio 2007 - 1053 letture