counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: il progetto Equal rappresenta l'Italia al meeting europoeo sulle risor

2' di lettura
938

Nel settore delle politiche del lavoro la Provincia di Macerata è chiamata a rappresentare l’Italia nel contesto europeo.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it

Il progetto Equal “Investing in People” della Provincia di Macerata è stato infatti scelto – unico italiano – per essere presentato a Parigi ad un seminario, in programma da lunedì a mercoledì prossimi, sui “Sistemi di valorizzazione delle risorse umane”, organizzato dalla Commissione europea e dal Ministero dell’educazione nazionale francese.

“Investing in People” è un’iniziativa comunitaria che l’Assessorato provinciale al Lavoro di Macerata sta realizzando in partenariato con l’Eurocentro di Iesi, la Confindustria di Macerata, le Università di Macerata e Camerino, le sezioni provinciale dell’ Anmic e dell’Unci , nonché di tre aziende del territorio: Lube di Treia, Fileni di Cingoli e Falc di Civitanova Marche. L’intervento che il progetto realizza riguarda il riconoscimento delle competenze dei lavoratori disabili e “over 45” ed ha l’obiettivo di aiutare questi due target di lavoratori a mantenere la propria occupazione lavorativa e/o a reinserirsi nel mondo del lavoro.

E’ stato l’Isfol, l’Agenzia tecnica del Ministero del Lavoro, ad aver individuato il progetto maceratese come esempio di “buona pratica” italiana da presentare all’incontro europeo di Parigi. “E’ un riconoscimento importante all’azione che da oltre un anno stiamo portando avanti”, ha dichiarato l’assessore provinciale Carla Monachesi, la quale ricorda che “il progetto ha già riscosso consenso nel nostro territorio da parte di diverse aziende che vogliono sperimentare il metodo europeo di ‘validazione delle competenze’.

L’invito a presentarlo ad un seminario internazionale che vede la presenza di rappresentanti di tutti gli Stati dell’UE come uno progetto italiano di ‘buona pratica’ ci riempie di orgoglio e – ha aggiunto Carla Monachesi - sarà per noi anche occasione per farci conoscere e per conoscere quanto si sta realizzando in Europa sul tema del Lavoro”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 luglio 2007 - 938 letture