counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: insediata la consulta provinciale per l'infanzia

2' di lettura
996

Si insediata a Macerata, nella sede della Provincia, la Consulta provinciale per lInfanzia e l'Adolescenza.

E’ stata istituita dalla Giunta provinciale “per coordinare sul territorio le attività di quanti, soggetti pubblici e privati, si occupano a vario titolo di tematiche relative al mondo dei minori”.

Lo scopo
– ha detto nella seduta di insediamento Clara Maccari, assessore provinciale con delega ai Diritti dei bambini, oltre che all’Istruzione – è tenere alta la soglia di attenzione nei confronti dell’Infanzia e costruire politiche integrate sul territorio che tengano conto dei bisogni dei più piccoli.

La Consulta è composta da rappresentanti della Provincia, dei Comuni, del Forum dei genitori, della Consulta studentesca, dei Centri di accoglienza, delle Asur, dell’Unicef, del Centro Documentazione per l’Handicap, della Commissione per le Pari opportunità, dell’associazionismo e del volontariato sociale, nonché delle Università degli Studi di Camerino e Macerata.

Proprio con la collaborazione dei due Atenei maceratesi è stato deciso, nel corso delle seduta di insediamento, di istituire un Centro di documentazione sull’Infanzia e l’Adolescenza che garantisca la piena conoscenza di ogni realtà che riguardi i minori e sia da ausilio per ogni proposta d’intervento.

Tra i temi su cui la Consulta intende lavorare, sin dalla prossime riunione programmate a partire dal mese di settembre, figurano le questioni riguardanti l’integrazione scolastica e sociale dei bambini stranieri, così come l’integrazione di bambini disabili, nonché i fenomeni di “bullismo” ed altre manifestazioni del disagio giovanile.
Nell’occasione l’assessore provinciale Clara Maccari ha portato a conoscenza della Consulta quanto emerso recentemente al Tavolo di concertazione in Regione sulla istituzione delle cosiddette “Sezioni Primavera”, in asili nido e scuola materne, quale ulteriore servizio per bambini di 2-3 anni di età.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 luglio 2007 - 996 letture