La Regione punta al risparmio energetico in edilizia

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il mediocre stato di salute del nostro pianeta e la consapevolezza della limitatezza delle fonti energetiche non rinnovabili, hanno dato modo di ripensare a come poter metter in atto una progettazione edilizia con nuovi standard energetici nel pieno rispetto dell’ambiente.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Questo è stato lo spunto che ha permesso di realizzare una ricerca, presentata presso la sede dell’Ente regionale, per conoscere e valutare in maniera approfondita le prestazioni energetico-ambientali degli edifici pubblici.

Lo studio, realizzato tra Regione Marche e dipartimento di Energetica dell’Università Politecnica delle Marche, vuole incentivare l’edilizia sostenibile, anche attraverso gli interventi di edilizia sperimentale.

La ricerca ha preso in esame un campione significativo del patrimonio immobiliare regionale (quasi 14mila alloggi costruiti dagli anni ’50 in poi), verificando le condizioni e le potenzialità di miglioramento delle prestazioni energetico-ambientali. Numerose le tipologie edilizie prese in esame, appartenenti agli Enti regionali per l’abitazione pubblica (Erap), sparse nelle province marchigiane. Gli Erap, in qualità di gestori degli alloggi, hanno messo a disposizione la documentazione progettuale e le informazioni di base indispensabili.

Case a schiera, a torre e palazzine sono state oggetto di studio, da parte dei ricercatori, per valutare le tecniche costruttive e i materiali utilizzati sia nelle parti strutturali, sia nei tamponamenti, con particolare riferimento agli esterni delle strutture.

Il campione in esame può essere considerato significativo perché fa vedere l’evoluzione e le trasformazione dell’edilizia attuale. Si è così ottenuta una conoscenza approfondita delle caratteristiche energetico–ambientali delle costruzioni che appartengono al patrimonio dell’edilizia residenziale pubblica, con gli interventi più convenienti da realizzare per migliorarne le prestazioni.

Obiettivo della ricerca è stato quello di sviluppare, in futuro, le scelte progettuali e l’uso di materiali che garantiscano maggior comfort abitativo, consentano risparmi di carattere energetico e permettano di contenere l’inquinamento dell’ambiente.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 luglio 2007 - 797 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV