counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

La prima scuola di economia regionale

2' di lettura
1068

In occasione della XX edizione del Congresso medico internazionale “Ecografia, Color Doppler ed Imaging integrato” che si terrà a Portonovo (hotel La fonte) dal 9 all’11 luglio prossimi nella prima sessione e dal 12 al 14 luglio nella seconda sessione, l’assessore alla Sanità della Regione Marche, Almerino Mezzolani, alla presenza del dott. Paolo Busilacchi direttore di radiologia all’Ospedale di Senigallia e da vent’anni organizzatore del Congresso, ha anticipato la partenza della prima scuola di Ecografia regionale.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

I corsi dureranno quattro settimane e qualificheranno i medici ecografi del futuro: dalla scuola già esistente di Senigallia, a quella regionale delle Marche, il passo è prestigioso e utilissimo per molti giovani laureati.

Colgo l’occasione di questo Congresso internazionale, la cui tradizione si rinnova da vent’anni grazie all’impegno del dott. Busilacchi – ha detto Mezzolani – per annunciare il lancio della prima e unica scuola regionale di Ecografia, sotto l’egida della Società Italiana di Ecografia, di cui lo stesso Busilacchi è stato presidente nazionale.
Tale opportunità ribadisce l’elevato livello del settore marchigiano dando un segnale in più dell’organizzazione di qualità a cui puntiamo.

Il sistema sanitario marchigiano è un sistema di rete che tende a dare a tutti un segnale equo di servizio e di professionalità.

Questa è la Sanità che la giunta regionale vuole fortemente e in tal senso anche la prima scuola regionale di Ecografia viene a sottolineare, a proposito, l’indirizzo qualificante e sostenibile del nuovo Piano Sanitario delle Marche, in via di presentazione.

Il PSR supera la fase concorrenziale interna del sistema sanitario marchigiano per aprire una nuova epoca: quella della cooperazione, della collaborazione, di un sistema appunto, in rete che esalta la professionalità e le eccellenze, che sono tante nella nostra regione
”.

A questo proposito l’assessore ha anche ricordato due altri importanti passi avanti: l’Agenzia per la terza età, di cui si doteranno le Marche: “Il ministero ci ha privilegiato, concedendola alle Marche, riconoscendo che qui si vive più a lungo”.

E la Cardiochirurgia pediatrica che “stiamo predisponendo grazie ad un accordo con altre regioni del centro sud”..


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 luglio 2007 - 1068 letture