Ancona: la delegazione bosniaca studia le politiche giovanili

1' di lettura 30/11/-0001 -
Una delegazione della città bosniaca di Mrkonic Grad, composta dal presidente del consiglio comunale, dall’assessore alle Politiche giovanili, da responsabili di centri giovanili e dai responsabili del CISP (Centro Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli) e dell’associazione Link è stata ricevuta oggi in Municipio dall’assessore alle Politiche giovanili Andrea Filippini.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


La visita si è svolta nell’ambito dei rapporto di cooperazione tra i due Paesi, sulla scia di una breve missione effettuato lo scorso anno a Sarajevo dall’assessore Filippini, particolarmente sensibile al tema degli scambi con i Paesi dell’altra sponda dell’Adriatico.

La delegazione bosniaca ha spiegato di essere venuta a conoscenza del “caso Ancona”, come esempio di buone prassi nelle Politiche giovanili ed ha chiesto e ottenuto di visitare, nei prossimi due giorni, lo sportello Informagiovani, i centri di aggregazione giovanile (ieri sera è stata ospite presso quello degli Archi), l’Officina Musica e gli altri uffici comunali che si occupano della fascia più giovane della popolazione del territorio.

L’incontro di oggi è servito ad un utile approfondimento rispetto a questi temi ed all’azione amministrativa in merito ed è stata è il commento dell’assessore “un’importante riconoscimento per il ruolo di Ancona ed un’occasione per rafforzare legame che porteranno a nuovi progetti e sviluppi per i giovani”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 luglio 2007 - 803 letture

In questo articolo si parla di comune di ancona





logoEV