counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Fossombrone: identità culturale della val Metauro fattore di integrazione tra gi

2' di lettura
1299

Apre con un forum, venerdì 22 giugno, il progetto “Paesaggi”, promosso dall’Auser di Fossombrone, insieme ad una rete di partner e volto a riscoprire l’identità culturale della Valle del Metauro, come fattore di integrazione tra giovani e anziani.

dal CSV Pesaro
Il progetto nasce dalla convinzione che l’armatura culturale di un paesaggio, non solo costituisca l’identità di un luogo, ma rappresenti anche la linea strategica e prioritaria per uno sviluppo locale sostenibile.
Natura e cultura, nella sua accezione di conoscenza della comunità – si legge nella descrizione del progetto - sono le parole-chiave che costituiscono l’ossatura dell’iniziativa, poiché dal rapporto uomo e territorio che sottintendono, si sviluppa il concetto di paesaggio”.

Proprio l’importanza della storia fatta dai piccoli, con la sua quotidianità, i suoi saperi ed esperienze, fa emergere la necessità di uno scambio tra anziani e giovani.
Ecco allora che “Paesaggi” proporrà iniziative di ascolto rivolte agli anziani e azioni di comunicazione dirette al mondo della scuola. Saranno attivate azioni di animazione permanenti nelle residenze protette per anziani, inerenti la ricostruzione della memoria e sarà creata una banca dati, continuamente aggiornabile, sull’identità culturale del territorio.

Il forum, che aprirà alle ore 10, presso il Cea, Centro di educazione ambientale, del Furlo, fornirà l’occasione per ripercorrere gli obiettivi del progetto, in sinergia, confrontare le aspettative e le necessità emerse, nonché concertare le strategie e le metodologie da adottare.

Coinvolte nel progetto, oltre la capofila Auser, le associazioni Anfass e Avulss di Fossombrone, Avulss e Avis di Cagli, le cooperative sociali “Aranciablu”, “La Macina ambiente” ed “Il Sestante”, gli Ambiti sociali n. 3 e 7, i Comuni di Fossombrone, Cantiano e Acqualagna, il Cea del Furlo e quello del Catria e Nerone, l’Istituto suore adoratrici del sangue di Cristo, la residenza protetta per Anziani ”Casargento” di Fossombrone, gli Istituti riuniti di assistenza e beneficenza, in collaborazione con il Centro servizi volontariato.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 giugno 2007 - 1299 letture