counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Pesaro: andar per fiabe, che passione!

3' di lettura
1349

Favole e racconti in un palcoscenico verde. E poi laboratori, passeggiate, letture, giochi e divertenti sorprese.

dalla Provincia di Pesaro e Urbino
www.provincia.pu.it
I giardini di Villa Caprile, l’area fluviale di Novafeltria, l’agriturismo della Ferraia di Cagli, il bosco delle Cesane di Fossombrone e il parco delle Querce di Carpegna sono alcuni dei teatri all’aperto che ospiteranno la terza edizione del festival “Andar per fiabe. Storie fantastiche nei boschi e nei parchi della provincia di Pesaro e Urbino”, organizzato dall’assessorato alle attività culturali della Provincia in collaborazione con le Amministrazioni comunali e Amat, in programma tutti i venerdì dal 22 giugno al 27 luglio.

"Una preziosa occasione pensata per i bambini - sottolinea l’assessore Simonetta Romagna - che, accompagnati dai genitori, possono non solo divertirsi ma anche conoscere alcuni tra i più suggestivi spazi verdi del territorio, gustare il piacere della lettura e vivere le emozioni delle fiabe, raccontate dal vivo da compagnie specializzate nel teatro per l’infanzia".

Anche quest’anno tra gli spettacoli in cartellone ci sono storie celebri come “I tre porcellini”, messi in scena dal Teatro di Fontemaggiore, “Hansel e Gretel” nell’interpretazione del Teatrino dell’Erbamatta, “Cappuccetto rosso” della compagnia Vissidarte e il “Bastone magico”, spettacolo di burattini del Teatro La Bottega fantastica. E non mancheranno le fiabe moderne: “Fate” del Teatro Prova e “L’Omino del pane e l’Omino della mela” della compagnia Quelli di Grock.

Al loro arrivo, previsto alle 16,30, bambini e genitori potranno imboccare tre “strade” prima di assistere alla rappresentazione teatrale. L’escursione con i “Maestri del bosco”, le guide naturalistiche della cooperativa il “Grande albero” che accompagneranno il pubblico lungo un percorso “illustrato” nei boschi e nei parchi; la lettura di fiabe nella “Casina dei libri” dove si potranno consultare e acquistare volumi (in collaborazione con la libreria “Le foglie d’oro” di Pesaro); infine, novità di questa terza edizione, il laboratorio creativo “Imboschiamo... le mani. Suoni e colori del bosco” durante il quale, utilizzando carta, foglie secche, canne, bastoncini di legno e terre colorate, i bambini impareranno a realizzare oggetti di uso quotidiano.

Come ormai abitudine, durante il pomeriggio saranno servite le appetitose merende offerte dai Comuni che ospitano le performance. E alle 18,15 si aprirà il sipario di fronte al pubblico accomodato non in poltrona… ma nei prati. Per quanto parchi e boschi siano facilmente percorribili, si consiglia di indossare abiti sportivi e scarpe da ginnastica e, se si vuole stare ancora più comodi, di portare con sé coperte e cuscini per sedersi a terra.

Tutti i luoghi (fatta eccezione per Villa Caprile) possono essere raggiunti con gli autobus messi a disposizione dalla Provincia con partenza alle 14,30 da Pesaro (piazzale della Libertà, “Palla” di Pomodoro) e Fano (stazione delle corriere, Pincio). Ogni appuntamento è a ingresso libero. In caso di maltempo lo spettacolo sarà al coperto. Per informazioni: Ufficio gestione attività culturali della Provincia, tel. 0721 359311, 359200.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 giugno 2007 - 1349 letture