counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Arena, sbloccato l'iter per la cassa integrazione

2' di lettura
1120

Il Ministero ha dato l’ok per l’accoglimento dell’accordo che estende gli ammortizzatori sociali in deroga a tutti i 650 lavoratori dell’Avicola Marchigiana.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

Il Ministero del Lavoro ha comunicato ieri all’assessorato regionale Lavoro-Istruzione-Formazione, di aver espresso il nulla osta per l’estensione degli ammortizzatori sociali in deroga a favore di tutti e 650 lavoratori dell’Avicola Marchigiana, la cooperativa di Castelplanio, collegata al gruppo Arena, che ha subito un incendio nell’aprile scorso.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore regionale Ugo Ascoli che, nel corso della riunione della scorsa settimana- alla quale erano presenti il presidente Spacca, i rappresentanti dell’Azienda e le Organizzazioni sindacali- aveva preso precisi impegni per lo sblocco delle procedure burocratiche entro pochissimi giorni. “Così è stato – commenta Ascoli – il Ministero ha accolto pienamente le istanze e a questo punto l’INPS potrà avviare le procedure per l’erogazione degli emolumenti ai dipendenti del gruppo Arena che erano senza stipendio da due mesi“.

La Cassa integrazione sarà applicata secondo l’accordo stipulato il 5 aprile in base alle deroghe concesse per la crisi aviaria e interessa 199 dipendenti a tempo indeterminato e 451 a tempo determinato. Per quest’ ultimi l’Azienda si era impegnata, nella stessa riunione, ad anticipare una mensilità nelle attese dei tempi tecnici necessari all’INPS per erogare le somme.

Come annunciato, inoltre, questa mattina si è riunito il Tavolo tecnico, presieduto dal responsabile della segreteria dell’assessorato regionale, Antonio Mastrovincenzo, al quale hanno partecipato vari funzionari regionali e il presidente della Cooperativa Avicola Marchigiana, Tullio Melchiorri. La riunione è servita per iniziare a delineare le potenziali progettualità in materia di ricerca, innovazione e formazione che saranno poi valutate ed approfondite nei prossimi incontri.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 giugno 2007 - 1120 letture