counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Studenti in bus tutta l’estate con 20 euro in più

2' di lettura
990

Sulla rete regionale è possibile un abbonamento suppletivo, l’autobus non solo per andare a scuola.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it

Dal 2005 la Regione ha istituito una forma di incentivazione dell’uso dei mezzi di trasporto pubblico da parte degli studenti durante il periodo estivo. Pertanto, durante i mesi di vacanza estiva per le scuole di ogni ordine e grado, gli studenti marchigiani, che hanno sottoscritto abbonamenti per l’intero anno scolastico 2006-2007, potranno circolare sull’intera rete dei servizi di trasporto pubblico urbano ed extraurbano della Regione acquistando, presso gli sportelli delle Aziende che hanno rilasciato gli abbonamenti scolastici, un abbonamento integrativo al costo di € 27,00 o di € 20,00 (abbonamento integrativo valido sull’intera rete dei servizi di trasporto pubblico urbano ed extraurbano su gomma della Regione, ad eccezione delle linee stagionali estive o tratte di linee che collegano l’entroterra con le località balneari della costa marchigiana).

Gli studenti delle Marche grazie alla promozione che la Regione intende rinnovare anche quest’anno per l’utilizzo dei mezzi pubblici durante tutta l’estate, potranno usufruire così di un “prolungamento” dell’abbonamento, dietro il pagamento di un surplus integrativo – una tantum – di soli 20 euro valido per tutte le linee normali. I 27 euro saranno invece per le corse specifiche aggiuntive, isituite solo d’estate e per i collegamenti verso il mare e balneare

L’agevolazione estiva, ormai tradizione molto apprezzata dai più giovani che viaggiano così a poco prezzo anche durante le vacanze e il tempo libero, viene rinnovata dopo il successo del 2005 e 2006. L’iniziativa è promossa dalla Regione Marche in collaborazione con i gestori dei servizi di trasporto locale.

L’indubbio vantaggio che ne deriva ai ragazzi si assomma a quello del traffico e della sicurezza nel periodo in cui gli spostamenti verso il mare e la costa si intensificano. E va nella direzione strategica, caldeggiata dalla stessa Regione Marche, di incentivare sempre l’uso del mezzo pubblico.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 giugno 2007 - 990 letture