counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: continua l’emergenza per i minori non accompagnati

2' di lettura
929

Durante lo scorso weekend ben 17 ragazzi sono stati affidati alle cure dell’Amministrazione comunale e delle strutture con essa convenzionate.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it

Ben 13 erano sbarcati da un traghetto giunto in porto mentre altri 4 sono stati raccolti dalla polizia sul territorio. Per affrontare la situazione che sta divenendo grave, visto che lo scalo dorico è un importante punto di ingresso, il sindaco ha chiesto al Prefetto di Ancona di convocare subito in una riunione Polizia di frontiera, Capitaneria di porto e compagnie navali affinché sia fatta massima attenzione e maggiori controlli al momento dell’imbarco negli scali greci.

“L’assistenza ai minori non accompagnati – ha spiegato il sindaco di Ancona e vice presidente nazionale per l’immigrazione, Fabio Sturani – è di competenza dello Stato che purtroppo è stata scaricata sui Comuni. Dalla Regione Marche stiamo aspettando un incremento del fondo, fino ai 3 milioni di euro, destinato ai minori non accompagnati. Se dovessimo assistere per un anno i 17 minori giunti lo scorso weekend ad Ancona, sarebbero necessari 500mila euro. Pertanto chiediamo alla Regione di individuare le modalità per l’erogazione oltre a destinare alla questione ulteriori risorse quanto mai necessarie perché il problema non riguarda soltanto Ancona. Infatti i costi sostenuti dai Comuni marchigiani sinora superano i 5 milioni di euro all’anno contro il milione e 900 mila euro stanziati dalla Regione annualmente.

Abbiamo chiesto che venga organizzato un momento di confronto sul tema tra Anci nazionale e Ministero della Solidarietà sociale ed anche la destinazione di una buona parte del fondo per l’inclusione sociale (che ammonta a 50 milioni di euro) all’assistenza ai minori non accompagnati sollevando in parte il carico che pesa sui Comuni”.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 giugno 2007 - 929 letture