counter

Entro giugno in Regione saranno accettate le domande di contributo

2' di lettura 30/11/-0001 -
E’ stato approvato il bando di accesso ai contributi per la valorizzazione turistica delle eccellenze artigiane e rurali delle Marche.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


L’intervento è previsto dall’intesa di programma per lo sviluppo approvata lo scorso anno dal Consiglio regionale. Il budget a disposizione ammonta a seicentomila euro, risorse che andranno a finanziare misure a favore di imprese attive nell’artigianato tipico ed artistico, di loro consorzi ed associazioni temporanee, di imprese agricole. I progetti dovranno riguardare la creazione e promozione di punti di attrazione turistico – culturale – didattico, nei locali in cui si svolge normalmente l’attività d’impresa.

Ed ancora: percorsi tra punti d’attrazione che consentano la fruizione ai visitatori di laboratori artigiani o di locali di imprese agricole adeguatamente attrezzati, in cui sia possibile familiarizzare con macchinari, materiali, attrezzature, manufatti e tecniche della tradizione produttiva artigiana artistica tipica e rurale.

“Con questa iniziativa valorizziamo il patrimonio di saperi e mestieri tradizionali del nostro territorio anche a fini turistici, dando concretezza all’intesa di programma per lo sviluppo approvata lo scorso anno dal Consiglio regionale ed al programma di governo. I percorsi d’attrazione costituiscono un’idea efficace per integrare turismo, cultura, ambiente e ruralità in una nuova forma trasversale ed integrata di sostegno allo sviluppo”, ha osservato Gianni Giaccaglia, assessore all’Artigianato e promotore dell’iniziativa.

I progetti dovranno ammontare ad un minimo di diecimila euro. Tra le spese ammissibili opere murarie ed accessorie - con particolare riguardo a quelle dirette a garantire la sicurezza dei visitatori e l’accessibilità a tutte le persone – impianti, progettazione e direzione lavori, installazione di supporti multimediali, arredamenti ed altri interventi idonei alla illustrazione del percorso di visita, cataloghi, supporti informatici, restauro funzionale di macchinari ed attrezzature, promozione e pubblicità, collegamento con la rete museale locale. I contributi a fondo perduto sono concessi a totale copertura dei progetti ammessi e sino ad un limite massimo di 50mila euro. Il bando è disponibile al sito www.impresa.marche.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 maggio 2007 - 871 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV