counter

Lodolini: il voto alle amministrative non è un voto ideologico

2' di lettura 30/11/-0001 -
Lodolini:"Le elezioni di domenica e lunedì prossimo sono un test importante che riguarderà 9 milioni di cittadini a cui però non si possono dare significati politici generali".

da Emanuele Lodolini
segretario provinciale DS


Gli appelli di Berlusconi e del centrodestra, anche a livello locale, a votare "contro Prodi" alle prossime amministrative è irrispettoso nei confronti degli elettori. Gli italiani hanno già deciso chi governa il Paese un anno fa. Nel primo anno di Governo Prodi abbiamo dovuto raddrizzare i conti e lo abbiamo fatto in un colpo solo. Sono stati rimessi a posto i conti in un tempo più rapido del previsto, siamo passati dal 4,4% nel rapporto deficit/Pil al 2,4%. La crescita da 0 è andata al 2%. Ora siamo in condizioni migliori ed il secondo anno del governo Prodi sarà migliore del primo. Inoltre, oggi, in politica estera l'Italia può dire di aver riacquistato credibilità sul fronte internazionale. Le elezioni amministrative, tuttavia, servono per eleggere Sindaci, Presidenti di Provincia e consiglieri ai vari livelli. La scelta non va fatta in base a valutazioni politiche di carattere nazionale ma in base alla capacità ed alle proposte di governo della città e della provincia che vengono fatte dai singoli candidati ed in base al loro impegno per risolvere i problemi di quelle comunità.

Guardando a noi, partiamo, ovviamente, in Provincia, a Jesi, a Fabriano e a Rosora dai risultati importanti raggiunti in questi anni che giustamente devono essere valorizzati. Sappiamo bene, però, che le persone non votano per dare una pagella sul passato. Il voto è, prima di tutto, un investimento sull’avvenire. Da questo punto di vista siamo tranquilli perché abbiamo la piena e diffusa consapevolezza che Patrizia Casagrande Esposto, Roberto Sorci, Fabiano Belcecchi e con essi l’Ulivo e il centrosinistra hanno le idee e i programmi giusti. Lo stesso discorso vale per Saccinto a Corinaldo. Ha le carte in regola per rappresentare le migliori aspirazioni dei cittadini di Corinaldo, che avranno l’occasione di scegliere una nuova prospettiva per il futuro.

Pertanto anche a chi vorrebbe che a Roma ci fosse Berlusconi al posto di Prodi, chiediamo di scegliere il candidato Sindaco più capace, quello del centrosinistra, perché il voto alle amministrative non è un voto ideologico.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 maggio 2007 - 985 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini