counter

Senigallia: le 12 bandiere Blu sventolano ufficialmente anche nelle Marche

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sono stati consegnati ieri mattina, a Palazzo del Turismo di Senigallia, gli ambiti riconoscimenti assegnati dalla Fee ai comuni costieri più virtuosi.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it


Tra i parametri necessari per ottenere la certificazione, oltre alla qualità delle acque, incidono anche l'accoglienza turistica, i servizi, la raccolta dei rifiuti e la tutela ambientale.
Le Marche, con le sue 12 bandiere blu assegnate per il 2007 (una in più rispetto allo scorso anno grazie all'inserimento di Cupra Marittima) si collocano al terzo posto nella classifica nazionale, alle spalle della Toscana (prima con 15 bandiere) e della Liguria (che ha 13 bandiere). Le dodici “eccellenze” costiere sono quelle dei comuni di Gabicce, Pesaro, Fano, Senigallia, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Civitanova, P. S. Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto. “La Bandiera Blu non è scontata -ha detto l'assessore regionale al turismo Luciano Agostini- si tratta di un riconoscimento che ha conseguenze benefiche dirette sul turismo e che certifica un segmento importante di questo settore”.

Dalla Regione arriva anche un appello a fare sistema per implementare ulteriormente il numero dei comuni insigniti della Bandiera Blu.
La nostra regione deve fare un gioco di squadra - aggiunge il presidente dell'Aptr Roberto Piccinini - siamo ormai un riferimento sul mercato nazionale e internazionale e la Bandiera Blu è un'occasione per valorizzare di più le nostre potenzialità turistiche”.

Neppure criticità ambientali come la presenza di alghe o il recente sversamento di catrame in mare dall'Api, sembrano aver compromesso i parametri Fee.
Siamo riusciti ad intervenire tempestivamente subito dopo lo sversamento dall'Api dello scorso aprile e per la prossima settimana contiamo di riaprire anche gli ultimi tratti di costa interdetta alla balneazione” -assicura l'assessore regionale all'ambiente Marco Amagliani.

A fare gli onori di casa, è stato il presidente della Fee Marche Fernando Rosi. “Soltanto un uso corretto del territorio può garantire un suo sviluppo - afferma Rosi - Nelle Marche i 12 riconoscimenti assegnati premiano le Amministrazioni che hanno conseguito i migliori risultati in tema di qualità delle acque, di rete fognaria, di raccolta dei rifiuti, di rifacimento dei marciapiedi, di piste ciclabili, di sicurezza in spiaggia e di tutela dei fiumi”.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 maggio 2007 - 1200 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, turismo, redazione, senigallia





logoEV
logoEV