counter

Pesaro Urbino: la Provincia promuove il progetto ''Conciliazione lavoro e famigl

2' di lettura 30/11/-0001 -
La Regione Marche ha approvato e cofinanziato un progetto sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, dal titolo “Azioni di conciliazione lavoro e vita familiare”, proposto dalla Provincia di Pesaro e Urbino (assessorati alla Formazione e lavoro e Pari opportunità).

dalla Provincia di Pesaro e Urbino
www.provincia.pu.it


Il progetto, del valore di 700mila euro, è stato finanziato per circa 600mila euro dalla Regione, mentre 100mila euro saranno a carico dei partner. Si tratta della prima azione concreta scaturita dal “Protocollo d’intesa per la promozione di azioni positive per le donne” siglato lo scorso anno tra sindacati, associazioni di categoria e la stessa Provincia.

Il progetto consentirà di intraprendere e sviluppare iniziative per facilitare la vita di donne e uomini impegnati nel lavoro, nella cura dei figli, degli anziani, di disabili, ecc. Con questa scelta la Regione segue i nuovi orientamenti comunitari, che promuovono la concentrazione delle risorse su pochi e ben definiti obiettivi strategici in grado di incidere sul territorio, generando crescita e sviluppo sociale sostenibile.

Il progetto coinvolge un’area vasta: i Comuni di Pesaro, Colbordolo, Gradara, Gabicce Mare, Mombaroccio, Monteciccardo, Montelabbate, Sant’Angelo in Lizzola e Tavullia. Avrà una durata di 10 mesi e si realizzerà in partenariato con alcune ditte, come SIFA SpA (Colbordolo), DMM SpA (Sant’Angelo in Lizzola), Cooperativa Labirinto (Pesaro), Curvet Spa (Colbordolo) e Curvet Group Holding (Pesaro).

Queste le aree di intervento: - Servizi di pubblico interesse: prevista l’attivazione di nuovi servizi per l’infanzia intercomunali a Colombarone e Borgo Santa Maria, il potenziamento e l’implementazione di nuovi servizi pomeridiani presso l’asilo nido “L’isola” dell’Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo, il potenziamento e l’estensione del Mininido di Montecchio, forme innovative di mobilità condivisa (car-pooling, taxi collettivo e lavorobus) sul territorio comunale di Pesaro
- Incentivi per la conciliazione nei luoghi di lavoro: verranno sperimentate forme di elasticità di orario in entrata e uscita dal lavoro, servizi di counselling per problemi familiari e personali, banca delle ore, autogestione flessibile degli orari, part-time e job sharing presso aziende e cooperative di Pesaro, Sant’Angelo in Lizzola, Colbordolo
- Voucher di conciliazione per l’assistenza e la cura di minori fino a 12 anni, anziani non autosufficienti e disabili: verranno concessi fino a 250 euro mensili (per un massimo di dieci mesi) a donne lavoratrici o impegnate in borse lavoro o corsi di formazione o a disoccupate residenti o che svolgono attività lavorativa nell’ambito territoriale di Pesaro (le domande vanno presentate entro il 15 giugno, info 0721/359920).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 maggio 2007 - 1494 letture

In questo articolo si parla di incontri, provincia di pesaro urbino





logoEV
logoEV