counter

Urbino: firmato documento che chiede alla Provincia autonomia gestionale

2' di lettura 30/11/-0001 -
I 90 soci privati del consorzio Urbino e Montefeltro chiedono alla provincia che sia mantenuta l'autonomia gestionale, sottoscritto un documento con 90 firme.

da Consorzio Urbino-Montefeltro


Si mobilitano e protestano ufficialmente le 90 strutture ricettive, tra alberghi, agriturismi e country house del Consorzio Urbino e il Montefeltro, che non condividono il progetto di un "Sistema unico" promosso dalla Provincia.

In questi giorni gli operatori stanno sottoscrivendo un documento di supporto al mantenimento dell'attuale Consorzio Turistico, le cui firme arrivano quotidianamente all'amministrazione provinciale. "Da anni – si legge nella nota redatta dal consigliere Giacomo Rossi - è già in funzione un “sistema” che si chiama Coordinamento provinciale del turismo, al quale partecipano la Camera di Commercio, i Comuni costieri, le Comunità Montane, guidato dalla Provincia, ma che non ha mai prodotto nessun risultato per le aree interne. Le risorse sono state impiegate nella quasi totalità per la promozione dell’offerta del mare, che ha posto in campo la sua forza turistica organizzata. Il turismo costiero ha forti esigenze di riqualificazione dell’offerta rimasta per troppo tempo ferma, mentre la nuova economia soprattutto extra-alberghiera dell’entroterra ha bisogno di avviare e qualificare una accoglienza e una ricettività turistica “nascente”, quindi con esigenze fortemente diverse dalla costa, compresa la capacità di commercializzazione che il Sistema “Urbino e il Montefeltro” sta attuando in forma associata." Anche il partnerariato pubblico e privato messo in atto dal Consorzio è stato funzionale ad una alleanza gestionale, così da evitare i limiti dei Sistemi guidati da Comuni capofila assoggettati alla burocrazia delle procedure pubbliche. Non a caso il testo Unico regionale prevede che i Sistemi Turistici possano avere personalità giuridica. C'è il rischio di svuotare di capacità progettuale, autonomia e competenze proprie un territorio interno, sempre più ricercato per la qualità dei suoi prodotti ma sempre più depauperato di servizi per cui è fondamentale invertire la tendenza.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 maggio 2007 - 1700 letture

In questo articolo si parla di urbino, montefeltro





logoEV
logoEV