counter

Il cittadino-consumatore come nuovo soggetto del mercato

2' di lettura 30/11/-0001 -
Ancora molta partecipazione alla giornata conclusiva dell’ottava sessione programmatica del Consiglio nazionale consumatori ed utenti.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Partecipazione esaltata anche dalla volontà di tutti i presenti di realizzare un sistema migliore che tuteli i cittadini e l’associazionismo. Un impegno ribadito anche da Sergio D’Antoni, vice ministro allo Sviluppo Economico, nell’intervento conclusivo della prima giornata, dando brio a tutta la sessione con la sua passione di ex sindacalista.

“La concertazione - ha detto D’Antoni – significa creare un tavolo permanente tra Stato, Regioni e Consiglio nazionale coordinato dal Governo, dove tutti i soggetti interessati partecipano al tavolo con gli stessi diritti. Ogni attore è protagonista con le proprie competenze per il raggiungimento di obiettivi comuni. L’Italia ha il primato dell’associazionismo e questa grande ricchezza deve essere sfruttata attribuendo ai cittadini più potere contrattuale attraverso leggi mirate. Se prevale la logica associativa, che mette insieme gli interessi della collettività, allora stiamo sulla strada giusta per evitare l’invadenza statale, innescando il giusto processo di potenziamento e rappresentatività. Attualmente in Parlamento sono in discussione alcuni disegni di legge, quali quelli sulla liberalizzazione dei servizi pubblici locali, sulle professioni, sulla semplificazione amministrativa e sulla vendita dei carburanti, che porteranno vantaggi ancora più consistenti agli utenti-consumatori”.

Nel corso del dibattito tutti i congressisti hanno sottolineato la necessità di proseguire lungo un percorso già intrapreso con le riforme Bersani per rafforzare la cooperazione istituzionale, compresa quella interregionale. Sono emerse, inoltre, delle criticità quali la poca chiarezza rispetto alle competenze dell’associazione dei consumatori delle Regioni,l’incertezza e la discontinuità dei finanziamenti. E’ anche stato auspicato che le politiche dei consumatori non siano compito di un solo assessorato, ma debbano essere trasversali, coinvolgendo tutti i settori. Antonio Lirosi, direttore generale per l’armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori del ministero dello Sviluppo Economico, nel trarre le conclusioni, ha evidenziato il “bilancio straordinariamente positivo”, del congresso, mettendo in luce la centralità del cittadino consumatore. L’obiettivo per il futuro è quello di perseguire su questa strada per promuovere ulteriormente la cultura della concorrenza e potenziare la rappresentatività”:





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 maggio 2007 - 851 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV