counter

Mobile, un tecnoparco marchigiano a S. Pietroburgo

3' di lettura 30/11/-0001 -
Il vicepresidente della giunta regionale Luciano Agostini ha accolto stamane in Regione la delegazione russa composta fra l’altro dal ministro di San Pietroburgo A.Vasilevich e dalla responsabile del nuovo Tecnoparco del Mobile, M. Lebedeva.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


“Ci sono prospettive molto interessanti – ha detto Agostini - per il nostro Mobile in quest’area di San Pietroburgo che avvia speciali progetti produttivi e commerciali. Primo fra tutti questo di un nuovo parco tecnologico che si annuncia degno da parte di nostra della massima attenzione per le occasioni di sviluppo che può portare ai nostri imprenditori del distretto. Conoscersi meglio significa aumentare le opportunità di crescita: con la Russia la Regione Marche vuole fortemente incrementare gli scambi e le occasioni di approfondimento reciproco. Siamo sicuri che si possano realizzare e intensificare ottime relazioni non solo economiche, dal punto di vista produttivo e commerciale ma anche socioculturali e istituzionali”.

Le Marche infatti oltre alla presenza all’Obuv e agli insediamenti produttivi a Lipestk, quindi dopo gli importanti passi avanti nei rapporti per i distretti della Calzatura e della Meccanica, adesso guardano al tecnoparco del Mobile di San Pietroburgo, come possibile partner.

Il settore mobiliero costituisce infatti una delle eccellenze per cui – ha ricordato il dirigente all’Internazionalizzazione Raimondo Orsetti – la nostra regione è leader in Italia. Orsetti ha ricordato con il supporto di dati, tabelle e grafici, che le Marche sono prime rispetto alle altre regioni, per l’export in genere di prodotti verso la Federazione con 660 milioni di euro nel 2006 e un trend positivo di +5,5% mentre sono quarte per il settore mobiliero.

La Federazione Russa in particolare – ha ricordato Fabio Gironi direttore dell’ICE – preferisce come destinazione la regione Marche e moltissimi operatori hanno chiesto specificatamente all’Istituto per il Commercio Estero di visitare la nostra zona e costruire nuovi e proficui rapporti di scambio. Dunque una regione che sembra “fatta apposta per la Russia”, come sono state definitele Marche sotto tutti i punti di vista, anche per l’accoglienza, il paesaggio, le sue ricchezze e le tante occasioni culturali e enogastronomiche che offre.

Infine, all’incontro il responsabile del Cosmob, Alessio Gnaccarini, ha illustrato l’attività del laboratorio tecnologico pescarese per il Mobile, che si occupa di certificare fra l’altro la qualità e la competitività delle imprese della filiera, come voluto fortemente dalla Regione Marche di cui il Cosmob è uno dei principali Centri Servizi.

Su illustrazione diretta da parte dei tecnici della delegazione russa, presenti in gran numero, è stato poi stabilito che al distretto di S. Pietroburgo interessano principalmente questi settori della filiera marchigiana: Macchine per la lavorazione del legno, settore Casa, settore Cucina, Arredo, Semilavorati e prefiniti, Componentistica, Vetro e Design.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 maggio 2007 - 892 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV