Ancona: oggi il consiglio di mozione sull'Ospedale Salesi

3' di lettura 30/11/-0001 -
La Regione deve definire la somma da mettere a disposizione dell’Azienda Ospedaliera -Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I° – Lancisi-Salesi per la costruzione del nuovo Salesi ed indicare i propri tecnici che assieme a quelli del Comune vadano a costituire il comitato paritetico mentre la direzione dell’Azienda dovrà attivare le procedure per un concorso pubblico di proposte per la riorganizzazione dell’intera area di Torrette ed in particolare prevedere l’ubicazione logistica e l’organizzazione strutturale del nuovo Salesi, predisponendo in brevissimo tempo il relativo progetto assistenziale facendo ricorso ad esperti qualificati.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Questo il senso della mozione sulla realizzazione del nuovo presidio ospedaliero di alta specializzazione Salesi che il Consiglio comunale esaminerà nella seduta di domani mattina, alle 9.30. La mozione impegnerà anche la Giunta a lavorare per migliorare la viabilità del quartiere di Torrette.

La mozione, che porta la firma dei capigruppo di maggioranza, chiede in pratica l’attuazione da parte della Regione dei vari accordi alla base dei riassetto della sanità regionale. “Ancona ha svolto il proprio ruolo con il trasferimento di Umberto I° e del Lancisi – spiega il sindaco Fabio Sturani -. La vendita delle strutture ha dato luogo a delle risorse che debbono essere impegnate in Ancona per il trasferimento del Salesi a Torrette creando una struttura di tutto rilievo, sia sotto il profilo strutturale che per l’aspetto funzionale. Nei giorni scorsi ho avuto modo di visitare il Nuovo Meyer di Firenze, che a breve aprirà al pubblico i laboratori e a fine anno l’intera struttura. Ha duecento posti letto, è immerso nel verde e sembra tutto fuorché un ospedale. Costato 65 milioni di euro, duemila al metro quadrato, è stato costruito con l’abbattimento delle barriere architettoniche, stanze a due letti con divani per le mamme. E’ inondato di luce naturale, grazie a particolari accorgimenti, utilizza pannelli solari per il risparmio energetico; aboliti i corridoi, gli spazi sono arrotondati con gran uso del legno e del colore, con grandi aree per giochi ed una ludoteca aperta alla città. Forte anche l’impegno sotto il profilo tecnologico con le cartelle cliniche sul palmare, con innovazioni nelle sale operatorie e la terapia intensiva con sedici culle ultratecnologiche. Non nascondo che ispirato a questa filosofia vorrei il nuovo Salesi, capace di dare il massimo nell’assistenza pediatrica, come già peraltro avviene, ma in un ambiente altamente confortevole per i bambini. C’è necessità di razionalizzare l’assistenza sanitaria anconetana attraverso un polo sanitario capace di dare risposte concrete ed immediate. Il trasferimento del Salesi, oltre a rispondere alla domanda di spazi da parte dello stesso ospedale, costituisce anche un’occasione per valorizzare il presidio di alta specializzazione in una sede degna”.

Nella seduta di domani del consiglio comunale si esaminerà l’ordine del giorno sulla sicurezza stradale stimolato dall’Aci che sta raccogliendo firme per appoggiare l’iniziativa strade sicure e per adottare misure atte a ridurre le cause di incidenti. Inoltre su proposta della giunta si procederà alla modifica dell’art. 35 dello Statuto comunale che facendo cadere l’incompatibilità prevede l’eventuale conferimento agli amministratori comunali di incarichi e funzioni negli organi sociali di società a capitale interamente pubblico che gestiscono servizi pubblici e sui quali l’ente esercita un controllo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 aprile 2007 - 1914 letture

In questo articolo si parla di ancona, salesi, comune di ancona