ramarri & c.: Da Frontone alla cima del M. Catria

1' di lettura 30/11/-0001 -
I "percorsi dei Ramarri" tornano a visitare il massiccio del Catria, un'area di grande valore naturalistico.

testo e foto di Francesca Morici
francesca@viveresenigallia.it


Raggiunto Frontone si prosegue per la località Buonconsiglio, da qui si seguono le indicazioni che conducono al Monte Catria (1701 m).
La strada attraversa tortuosa boschi di faggio dove nidificano molte specie di uccelli tra cui il Picchio rosso maggiore, il Picchio muratore ed il Rampichino, un piccolo passeriforme dal colore bruno che sale lungo i tronchi alla ricerca di cibo sulla corteccia.
A piedi, abbandonata la strada asfaltata, si percorre uno sterrato che, lasciati i boschi alle spalle, diviene sentiero ed attraversando i pascoli sommitali, i quali mostrano in questa ventosa domenica di marzo ancora i segni dell'inverno, giunge fino alla vetta del Catria.



Nei prati di alta quota, colorati di crochi e primule, vivono diverse specie di passeriformi montani come il Codirosso spazzacamino, il Culbianco, l'Allodola e lo Spioncello.


Clicca per ingrandire






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 marzo 2007 - 11861 letture

In questo articolo si parla di EV

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/r3m

Leggi gli altri articoli della rubrica ramarri & c.





logoEV