Regione Marche: protocollo d'intesa tra la regione e la municipalità di Kiev

2' di lettura 30/11/-0001 -
E’ stato firmato un protocollo d’intesa tra la Regione Marche, la Municipalità di Kiev (Ucraina) e l’associazione senza scopo di lucro “Italiamo” allo scopo di incrementare e sviluppare rapporti di collaborazione e cooperazione, volti a rafforzare la coesione economica e sociale delle due regioni.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


A sottoscrivere il documento il presidente della Giunta regionale, Gian Mario Spacca, l’assessore alla Formazione, Cultura, Politiche Giovanili e Sport di Kiev, Yakov Lev, e la rappresentante di Italiamo, Olena Motuzenko. L’assessore Lev ha ringraziato il presidente Spacca per la disponibilità manifestata nel firmare questo importante documento: “E’ la prima esperienza per noi – ha detto Lev – e siamo contenti che il partner sia la Regione Marche”. Per sottolineare lo slancio di Kiev come città proiettata verso l’Europa, Lev ha inoltre invitato le Marche e il presidente Spacca a partecipare alle “Giornate europee” che la capitale ucraina celebra nel mese di maggio.

“Grazie per l’invito – ha dichiarato Spacca – Cercheremo di onorarlo. Così costruiremo ancora più concretamente lo sviluppo della cooperazione tra le nostre comunità. Questo protocollo è un primo passo ma altri ne potranno seguire”. Per vocazione naturale la Regione Marche è volta a instaurare e a incrementare i rapporti con i Paesi dell’Europa dell’Est. Inoltre, sono stati siglati in precedenza protocolli di gemellaggio e di scambio fra gli Istituti d’istruzione delle Marche, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale, e i corrispondenti Istituti dell’Ucraina, l’Università Nazionale “Taras Shevchenko” e l’Associazione “Italiamo”, la quale promuove, oltre alla conoscenza della cultura italiana in Ucraina, le relazioni di collaborazione e di scambio fra l’Italia e l’Ucraina nell’ambito dell’istruzione, della cultura, del lavoro, del turismo, della salvaguardia e protezione dell’ambiente, della cultura e dello sport.

I possibili ambiti di attività che sono oggetto di questo protocollo d’intesa riguardano infatti l’istruzione, con l’obiettivo di sviluppare percorsi comuni; la formazione e il lavoro, al fine di sostenere percorsi di formazione, riqualificazione e specializzazione nelle professioni del turismo e della salvaguardia dell’ambiente; la cultura, per favorire lo scambio di espressioni aristiche della regione Marche e della regione di Kiev; la cittadinanza e i diritti umani; la protezione civile; l’ambiente e lo sviluppo sostenibile; il turismo; lo sport.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 marzo 2007 - 971 letture

In questo articolo si parla di regione marche, gian mario spacca





logoEV
logoEV