counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Fano: ultimi giorni di prova per l’Elisir d’amore di Donizetti

3' di lettura
1059

Ultimi giorni di prova per l’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti che inaugurerà la stagione lirica del Teatro della Fortuna sabato 3 febbraio con una serata di Gala che comprende, a seguire, il “Ballo in maschera. L’amore (dopo) l’elisir”, primo evento nella Sala da Ballo ricostruita in Teatro.

da Fondazione Teatro della Fortuna

Ottima l’affluenza di pubblico che numeroso ha già prenotato e acquistato i biglietti per la serata di Gala. A questo proposito si ricorda che, eccezionalmente per lo spettacolo L’elisir d’amore, sono già in vendita i biglietti del loggione (di prassi acquistabili solo il giorno dello spettacolo) sia per la serata del 3 febbraio che per quella del 6. Si ricorda anche che il prezzo del biglietto di loggione per la serata del 3 febbraio è 30,00 euro (spettacolo più ballo e cena).

Una serata da non perdere quella del Gala di inaugurazione. Dopo la rappresentazione della prima dell’Elisir d’amore - produzione del Teatro della Fortuna con i bravissimi Bruno Praticò, baritono, nella parte del dottor Dulcamara e Luca Canonici, tenore, in quella di Nemorino -, si darà il via al “Ballo in maschera” (non è obbligatoria la maschera) che si svolgerà all’interno del Teatro, nella Sala delle Feste costruita per l’occasione.

L’Orchestra Sinfonica G. Rossini diretta dal M. Vito Clemente ci accompagnerà in un viaggio musicale e danzante tra Ottocento e Novecento, dalla Vienna di Strauss all’Argentina dei compositori delle più belle pagine di tango. In programma infatti di Johann Strauss, gli amatissimi Sul bel Danubio Blu, Valzer dell’imperatore, Sangue viennese e Tritsch Tratsch Polka ci immergeranno nella Vienna ottocentesca per poi virare verso il Novecento fino ai giorni nostri.

Un percorso che prosegue nell’Argentina di tre autori d’eccezione: Carlos Gardel, artista di fama internazionale, creatore e figura per antonomasia del tango-canzone, vissuto tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, mito del popolo argentino, di cui si eseguirà El dìa que me quieras; Astor Piazzolla, il più famoso autore di tanghi celebrati in tutto il mondo di cui ascolteremo Oblivion e Libertango, due veri capolavori, ed infine Pablo Ziegler, contemporaneo, il più importante esponente del new tango (tango-jazz) ed il legittimo erede musicale di Piazzolla con cui ha condiviso il palcoscenico per anni, autore di Milonga en el viento.

Un programma che garantisce agli amanti sia del ballo sia della buona musica un’occasione piacevole e irripetibile, allietata dalle incursioni di due artisti del Gruppo fff, l’attore Giorgio Donini e il musicista Mario Mariani, “anima e disanima” della serata.
Inizio spettacolo ore 19.

Info. Botteghino Teatro della Fortuna, piazza XX Settembre 61032 Fano Tel. 0721.800750 fax 0721.827443, botteghino.teatro@comune.fano.ps.it

Biglietti:
Posti a sedere: Primo ordine di palchi e Secondo ordine centrali, € 100,00
Secondo ordine di palchi laterali e prima fila di Galleria, € 80,00
Galleria, seconda fila, € 65,00.
Posti a sedere per l'opera, posti in piedi durante il ballo: Platea, € 50,00; Loggione e balconata, € 30,00


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 gennaio 2007 - 1059 letture