counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Civitanova: pm10, la risposta del sindaco alle associazioni ambientalistiche

2' di lettura
971

"Dispiace apprendere che le associazioni ambientaliste Legambiente e Città Verde abbiano presentato un esposto alla Procura della Repubblica contro l’Amministrazione comunale in merito alla questione dell’inquinamento da polveri sottili".

dal Comune di Civitanova Marche
www.comune.civitanova.mc.it

Ciò vuol dire infatti che le stesse associazioni non hanno constatato la serietà e l’impegno a tutto campo messi in atto dal Comune per migliorare la qualità della vita. Forse si può fare di più e meglio, ma rispetto a qualche anno fa, quando di ambiente si parlava senza però realizzare nel contempo opere come rotatorie e piste ciclabili come si è fatto di recente, posso dire che certamente questa Amministrazione qualche merito sul campo lo ha conquistato.

Di fronte al problema dell’inquinamento atmosferico da Pm10 non siamo rimasti inerti. Dal 28 gennaio abbiamo dato il via alla ztl che interesserà il centro cittadino tutte le domeniche ed è stata notata una diminuzione del livello di Pm10, probabilmente favorita anche dalle condizioni meteo, contestualmente alla limitazione del traffico. Ma per avere un quadro più preciso della situazione valuteremo i dati delle prossime due settimane, esaminando i valori dei giorni feriali e delle domeniche.

Dopo l’11 febbraio faremo il punto della situazione per verificare se anche nelle prossime domeniche di ztl si confermerà la tendenza a una diminuzione della concentrazione di polveri sottili. Se così sarà, per limitare l’inquinamento prodotto dal traffico metteremo in atto ulteriori provvedimenti quali la circolazione a targhe alterne nei giorni feriali e l’ampliamento della zona a traffico limitato nelle giornate di domenica, fino allo stop al traffico nel centro urbano, se necessario.

La salute non ha prezzo nè colore politico e in questo senso sono d’accordo con quanto dichiarato alla stampa da Francesco Peroni. Credo che queste siano risposte chiare di fronte a un problema già affrontato più volte, purtroppo fino a oggi senza soluzioni chiare, nel corso di tavoli di lavoro sia in Regione sia in Provincia. Abbiamo avuto tante promsesse, ad esempio dall’assessore regionale Amagliani, ma abbiamo verificato come ancora una volta di fronte a problemi seri i comuni rimangano spesso soli.

Comunque sia, ci siamo rimnboccati le maniche, intenzionati ad andare avanti per risolvere per quanto possibile la situazione. Demagogia e polemica non interessano e non fanno parte del Dna del sottoscritto.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 gennaio 2007 - 971 letture