counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: Savi, attenzione alle truffe telefoniche

2' di lettura
1063

"La cosiddetta privatizzazione del settore della telefonia se, da un lato, ha favorito l’evoluzione tecnologica, dall’altro ha comportato una notevole diversificazione delle offerte che spesso si trasforma in disorientamento e, in alcuni casi, in vere e proprie truffe".

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it

La privacy è divenuta poco più di un optional, i call center dei gestori di telefonia chiamano o “messaggiano” a ripetizione e, di conseguenza, la semplice risposta può trasformarsi in una sorta di trappola per il consumatore che rischia addirittura di trovarsi con servizi non richiesti o con passaggi da un gestore all’altro senza neanche rendersene conto: com’è ovvio, i promoters delle compagnie telefoniche (che spesso lavorano a provvigione) frequentemente si limitano ad illustrare solo le parti più vantaggiose dei contratti.

E’ bene, dunque, seguire alcuni consigli: prestare, anzitutto, la massima attenzione alle richieste dei call center e non dare MAI il consenso alla registrazione delle telefonate;

prima di accettare qualsiasi offerta chiedere sempre il contratto cartaceo che va letto minuziosamente (ad esempio, i contratti delle linee ADSL possono prevedere penali in caso di recesso anticipato e, in tal caso, cambiare gestore può risultare gravoso per l’utente);

valutare attentamente le pubblicità che, a volte, sono ingannevoli;

quando vengono addebitati in bolletta servizi non richiesti è bene diffidare il gestore con raccomandata A.R. per tornare alle condizioni contrattuali precedenti e segnalare il tutto all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Isola B/5 80143 Napoli.

Per orientarsi meglio nei “meandri” della burocrazia delle compagnie telefoniche, ricordo ai cittadini che è attivo tutti i giorni dalle 9 alle 12,30 lo Sportello Provinciale del Consumatore in via Matteotti a Macerata, gestito dalle associazioni dei consumatori e dalla Provincia di Macerata: lo sportello è, infatti, dotato di tutti i moduli per le disdette e i reclami e i volontari delle associazioni che lo gestiscono potranno essere utili per qualsiasi evenienza.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 gennaio 2007 - 1063 letture